Germinare semi con lo Smart Start

La vita di una pianta di cannabis inizia con la germinazione del seme. In questi primi giorni, è fondamentale offrire alla plantula il miglior ambiente possibile, in modo che possa crescere sana e rigogliosa. Il modo più semplice e conveniente per controllare le condizioni climatiche durante questa delicata fase è utilizzare lo Smart Start—appositamente ideato per una germinazione agevolata. Per risultati ottimali, utilizzatelo in combinazione con il Propagator Pro 2.

Prima di tutto, avrete bisogno di qualche strumento da usare insieme allo Smart Start. Nello specifico, un po' di perlite ed un propagatore. Il Propagator Pro 2 è una scelta eccellente. Si tratta di un propagatore speciale, concepito per la germinazione dei semi di cannabis, ed è già dotato di perlite, così non dovrete perdere tempo a procurarvela.

Inoltre avrete bisogno di un utensile per scavare delle buche nel terreno (ad esempio un cacciavite), un litro di acqua a temperatura ambiente e del nastro adesivo.

Smart StartVedere Il Prodotto

Video: Germinare semi con lo Smart Start

Istruzioni

  1. Prima di iniziare, sciogliere nel litro d'acqua la bustina di nutriente. Questo servirà ad attivare i batteri che agiranno sul terriccio contenuto nei vasetti, creando l'ambiente perfetto per la germinazione del seme.

  2. Adesso passiamo ad utilizzare il propagatore. Posizionate un sottile strato di perlite alla base del propagatore e su di esso appoggiate i vasi smart start riempiti di compost.

  3. Versate nei vasetti e sulla perlite un po' di soluzione d'acqua e nutriente, il giusto per inumidire, ma senza inzuppare eccessivamente (un terriccio saturo d'acqua è potenzialmente pericoloso per i semi). Il livello d'acqua deve rimanere ben al di sotto della superficie della perlite. In questo modo i vasetti avranno una riserva d'acqua nella perlite da utilizzare i successivi giorni, evitando di impregnarsi troppo d'acqua. Inoltre, aiuterà a mantenere umida l'aria all'interno del propagatore.

  4. Una volta finiti i preparativi, arriva il momento di mettere il seme nel substrato. Prendete il cacciavite e contrassegnate con il nastro adesivo un punto ad una distanza dai cinque ai dieci millimetri dall'estremità.

  5. Utilizzate ora il punto segnato sul cacciavite per realizzare un foro da, appunto, cinque millimetri a dieci millimetri di profondità, al centro del terriccio di ogni vasetto.

  6. Inserite il seme nel foro di ciascun vasetto e coprite con un po' di terriccio (ricopritelo leggermente senza compattare eccessivamente il substrato superficiale). Non dovete assolutamente preoccuparvi dell'orientamento con cui ogni seme si adagerà nel terriccio, si tratta pur sempre di piccole meraviglie della natura: la parte apicale crescerà verso la superficie e la cima del futuro apparato radicale scenderà verso il basso, alla ricerca dell'acqua contenuta nel substrato.

  7. Ora, l'unica cosa che dovrete fare è aspettare. Ci vorranno da 1 a 8 giorni prima di intravedere i primi piantini, che, una volta germogliati, inizieranno ad emergere dalla superficie del terriccio. Non siate curiosi ed evitate di sbirciare continuamente nel substrato, potreste fare più male che bene. Lasciate che la natura faccia il suo corso.

  8. Durante questo lasso di tempo, assicuratevi che la perlite nel propagatore resti umida—evitando che diventi troppo bagnata o che si asciughi eccessivamente.

  9. Quando finalmente le vostre piantine saranno spuntate, alcune di esse potrebbero ancora avere l'involucro del seme attaccato ai cotiledoni. A meno che non siate molto esperti, non toccatelo. Prima o poi cadrà da solo, per cui non cercate di staccarlo, potreste solo danneggiare il piantino di Cannabis in una fase estremamente vulnerabile della sua vita.

  10. Cercate di mantenere costanti le condizioni all'interno del vostro propagatore fino a quando i piantini avranno raggiunto i 2-3cm d'altezza.

  11. Ora, rimuovete con molta attenzione ogni piantina dal proprio vasetto Smart Start, cercando di mantenere intatto il terriccio intorno alle radici, che bisognerà toccare con estrema delicatezza per non causare loro alcun danno o taglio.

  12. Posizionate il piantino e il terriccio attaccato alle radici direttamente nel substrato in cui crescerà nelle successive settimane.

Ecco fatto, siete riusciti a far germogliare i semi di cannabis con lo Smart Start ed il propagatore. Ora le piantine potranno iniziare a crescere sane e robuste.