Come Identificare E Risolvere Il Marciume Radicale Nella Cannabis

Tutti desideriamo un viaggio tranquillo quando coltiviamo la cannabis, ma a volte possono sorgere problemi. Che si tratti della presenza di parassiti o muffe, la maggior parte può essere risolta e/o prevenuta. Uno di questi problemi che può verificarsi con le tue preziose piante è il marciume radicale. Se non viene diagnosticato e curato è un qualcosa che può diventare davvero problematico. Ma non preoccuparti, non siamo qui per spaventarti, anzi! Faremo un'analisi dettagliata di tutto ciò che bisogna sapere sul marciume radicale e su come puoi prevenirlo e risolverlo se dovesse presentarsi e avere impatto sulle tue piante.

Come Identificare E Risolvere Il Marciume Radicale Nella Cannabis

Cos'è il marciume radicale?

Quindi, cos'è il marciume radicale e perché dovremmo preoccuparcene? Il marciume radicale è essenzialmente un'infezione che colpisce le radici della pianta di cannabis, impedendo loro di assorbire i nutrienti per poi portarle alla morte. Questa infezione è tipicamente un sottoprodotto della scarsa tessitura del suolo, risultato di batteri che si riproducono e attaccano le radici. Ci sono molte ragioni per cui questo può accadere, ma per fortuna il marciume radicale si presenta anche con molti sintomi da individuare se sospetti che ci sia qualcosa di sbagliato con la tua pianta.

Cosa provoca il marciume radicale nelle piante di cannabis?

Cosa provoca il marciume radicale nelle piante di cannabis?

Ora che sappiamo cos'è il marciume radicale, che cosa lo provoca? Quando si tratta di ciò che è responsabile del marciume radicale, ci sono molte cause differenti. Come accennato, può essere tanto semplice quanto una scarsa consistenza del suolo—il che impedisce alle radici di ottenere ossigeno. Tuttavia, anche altri fattori come le temperature eccessivamente calde e fredde possono svolgere un ruolo. Gli ambienti caldi forniscono un terreno fertile per i batteri, mentre un ambiente più freddo può provocare avvizzimento, il che può portare al marciume radicale.

Non sono solo le temperature ed il suolo a poter avere un ruolo nella provocazione del marciume radicale, anche l'uso dell'idroponica e l'eccesso di irrigazione possono avere un impatto significativo. L'eccesso d’acqua può annegare le radici e condannarle al marciume radicale. Inoltre, anche un impianto idroponico difettoso può senza dubbio portare al marciume radicale. Se la tua pianta necessita che l'acqua sia ossigenata e questo non viene eseguito correttamente, ostacolerà in modo significativo la crescita della pianta, provocando la putrefazione delle radici e la sua morte.

Articolo correlato

Coltivare Cannabis In Idroponica

Un'altra causa del marciume radicale è la dimensione del vaso rispetto alla pianta. Senza lo spazio adeguato per distendere le radici, la pianta non sarà in grado di assumere i nutrienti giusti: sarà quindi suscettibile all’aggrovigliamento delle radici ed inizierà a marcire.

In che modo tutte queste cose differenti provocano il marciume radicale? Semplicemente, creando un ambiente in cui le cellule radicali muoiono e i batteri ostili prosperano.

Il marciume radicale può diffondersi ad altre piante?

Il marciume radicale può diffondersi ad altre piante?

Supponiamo che coltivi le tue piante indoor in contenitori individuali invece che outdoor in fioriere o aiuole. In tal caso, il marciume radicale può essere contenuto. Tuttavia, se si trova in prossimità di altre piante, può effettivamente infettare le piante circostanti. Quindi è essenziale tenere d'occhio le tue piante e dove sono posizionate per assicurarti che se si verifica il marciume radicale, non avrà alcun impatto sulle piante vicine. Lo stesso vale per eventuali parassiti e muffe. Applica le stesse regole a qualsiasi potenziale infezione o problema e non potrai sbagliare.

Quali sono i sintomi del marciume radicale della cannabis?

Quali sono i sintomi del marciume radicale della cannabis?

Dopo aver parlato di ciò che provoca la putrefazione delle radici, cosa dovresti cercare per capire se la tua pianta è stata infettata? Inizialmente, può sembrare un po' difficile osservare i sintomi. Essendo radici, sono situate sotto il substrato, quindi non è un qualcosa di immediatamente visibile. Tuttavia, ci sono alcuni sintomi che potrai notare sulla pianta stessa per avere un'idea della sua salute.

Per il segno più chiaro della salute della tua pianta, dovresti osservare le foglie. È possibile trovare eventuali segni di malnutrizione o qualsiasi tipo di carenza di nutrienti proprio qui. Ispezionando le foglie di cannabis, vedrai il bel colore verde sano sostituito da aree con macchie marroni o gialle, bordi arricciati o punte scolorite o “bruciate”. Tenere d'occhio questi sintomi ti dirà tutto ciò che devi sapere sullo stato attuale della tua pianta. Un altro segno è anche la crescita stentata. Tuttavia, questo di solito è un sintomo piuttosto avanzato di marciume radicale e potrebbe essere già troppo tardi per la pianta.

Assicurati di tenere d'occhio la salute generale della tua pianta e controlla ogni volta che esegui qualsiasi manutenzione, potatura o mantenimento generale. Come con tutte le infezioni, è meglio individuarle presto e agire rapidamente.

Che aspetto hanno le radici in decomposizione?

Che aspetto hanno le radici in decomposizione?

Come sappiamo, le parti della pianta che puoi vedere ogni giorno ti diranno molto sulla sua salute generale, ma se stai trapiantando o vuoi semplicemente controllare come stanno le radici, ci sono alcune cose che dovresti tenere d’occhio.

Rimuovendo la pianta dal suo vaso, vedrai immediatamente se le radici sono infette. Le radici sane mostreranno un aspetto bianco latte, senza alcun odore. Le radici infette da marciume radicale avranno un aspetto marrone, viscoso e umido, il quale indica che sono in cattive condizioni. Avranno anche un distinto odore di marcio che ti avviserà della loro salute attuale.

Come prevenire il marciume radicale nelle piante di cannabis

Come prevenire il marciume radicale nelle piante di cannabis

Probabilmente, a questo punto si può dire che dovresti probabilmente fare tutto ciò che è in tuo potere per evitare che il marciume radicale colpisca le tue piante. Naturalmente, fattori come la temperatura possono essere controllati e le tue piante dovrebbero essere collocate in un ambiente appropriato per evitare che diventino troppo calde o troppo fredde.

Fornire alle tue piante l'ambiente perfetto è il modo più semplice per assicurarti che non vengano colpite dal marciume radicale. Garantire che ottengano la giusta quantità di acqua, abbiano il drenaggio e siano piantate in un terreno di alta qualità o in un sistema idrico ben mantenuto permetterà loro di prosperare e ridurre al minimo qualsiasi potenziale infezione da marciume radicale. Assicurati di invasare e rinvasare le tue piante in base alle necessità ed utilizzare contenitori di dimensioni adeguate, e non potrai sbagliare.

Il marciume radicale non è solo evitabile, ma è anche facile da evitare. Quindi assicurati di mantenere una regolare cura e manutenzione delle tue piante e continuare a controllare la loro salute durante tutto il ciclo di vita.

Come porre rimedio al marciume radicale nelle piante di cannabis

Come porre rimedio al marciume radicale nelle piante di cannabis

Certo, possiamo fare molto per prevenire il marciume radicale, ma cosa puoi fare se scopri che la tua pianta è stata infettata? Fortunatamente, ci sono modi con cui puoi trattare il marciume radicale. Se hai scoperto che la tua pianta mostra i segni di questa malattia, vale la pena consultare la sezione sulla prevenzione di questa guida per stabilire esattamente cosa ha causato l'impatto sulla tua pianta. Se identifichi il marciume radicale al momento giusto, potrai riportare la tua pianta in perfetta salute senza cercare soluzioni più pesanti.

Tuttavia, se hai sollevato la tua pianta per ispezionarla per poi scoprire una massa di radici aggrovigliate, marroni e maleodoranti, è il momento di agire subito. Poiché sono i batteri ad essere responsabili del casino che tieni tra le mani, potrai curare la pianta uccidendoli. Con questo, non intendiamo dargli fuoco, prenderli sotto con tua macchina o altre misure drastiche. C'è una piccola pozione magica che puoi preparare per sradicare il marciume radicale e dare la possibilità per un completo recupero.

Potrai creare una cura per il marciume radicale combinando 1 litro d'acqua con circa 100ml di candeggina o acqua ossigenata. Con quantità così basse di sostanze chimiche utilizzate, non dovrebbe danneggiare la tua pianta, ma servirà solo a sistemare le radici per poter riprendere la normale crescita. Ovvio, non è l'ideale, ma è sicuramente meglio che perdere l'intera pianta. Inoltre, a seconda del danno, questo non garantisce che si riprenderanno. Ma darà una possibilità in più alla tua pianta.

Dopo aver immerso le radici nel composto, le noterai tornare al loro colore bianco latte. A questo punto, potrai pensare a rinvasarle. Assicurati di controllare che nient'altro influenzerà la loro crescita, come i fattori che abbiamo menzionato in questo articolo, e sarai a cavallo.

Risultati gratificanti senza il marciume radicale

Risultati gratificanti senza il marciume radicale

Non c'è dubbio che la presenza del marciume radicale possa trasformare un grande progetto di coltivazione in uno terribile. Tuttavia, c'è molto che puoi fare per evitare e persino curare questo problema, quindi non perdere la speranza se noti un po’ di marciume radicale. Consulta semplicemente la nostra guida quando ne hai bisogno e potrai goderti piante dall'aspetto sano che ti ricompenseranno costantemente con cime abbondanti e saporite.

Adam Parsons
Adam Parsons
Il giornalista professionista del settore cannabico, copywriter ed autore Adam Parsons è un membro di lunga data dello staff di Zamnesia. Incaricato di coprire una vasta gamma di argomenti, dal CBD agli psichedelici e molto altro ancora, Adam crea post per blog, guide ed esplora una gamma di prodotti in continua crescita.