Erba Gatta: Tutto Ciò Che C'è Da Sapere

Erba Gatta: Tutto Ciò Che C'è Da Sapere

L'erba gatta è stata tradizionalmente usata da numerose culture come erba medicinale. Sebbene la ricerca sia ancora agli inizi, stanno emergendo risultati interessanti sul motivo per cui induce effetti rilassanti.

Che Cos'è L'erba Gatta?

L'erba gatta, conosciuta anche come catmint o nepitella, è una famosa specie erbacea in grado di stimolare i sensi dei gatti (si crede sia capace addirittura di fare raggiungere loro il nirvana). I felini sembrano irresistibilmente attratti dal profumo di quest'erba, su cui sono soliti rotolarsi prima di mangiarla voracemente. Una volta sotto i suoi effetti, i gatti sembrano sperimentare un intenso stato alterato di coscienza. Le loro pupille si dilatano, si comportano in modo strano e, di solito, iniziano a muoversi con scatti veloci. Sebbene possa risultare divertente osservare un gatto sotto gli effetti di quest'erba apparentemente psicoattiva, questa specie vegetale offre qualità che vanno ben oltre l'intrattenimento felino.

L'erba gatta, conosciuta con il nome scientifico di Nepeta cataria, è stata storicamente usata ed ancora oggi viene assunta per migliorare la digestione e rilassare i muscoli. La specie appartiene al genere Nepeta della famiglia delle Lamiaceae ed è di natura piuttosto prolifica, soprattutto nelle sue regioni d'origine: Europa orientale, Asia centrale, Medio Oriente ed alcune zone della Cina. La pianta si è diffusa anche oltre i suoi territori d'origine, fino al Nord Europa, Nord America e Nuova Zelanda.

Erba Gatta - Nepeta catariaVedere il Prodotto

Botanica

Botanica L'Erba Gatta

L'erba gatta è una pianta perenne che cresce fino a 50–100cm d'altezza, con una larghezza simile. Essendo appartenente alla famiglia della menta, troverete che l'erba gatta somiglia molto alla specie Mentha spicata, nota anche come menta verde o mentastro verde. La vedrete esibire foglie verdi, ampie alla base e che si assottigliano all'estremità. Queste foglie sono accompagnate nel periodo della fioritura da piccoli fiori di un bel colore rosa e bianco, con punti viola.

Originaria di Europa, Asia e Africa, la pianta si trova perlopiù in foreste e prati. L'erba gatta è naturalizzata anche in Nord America, ovvero non è una pianta nativa ma vi fu portata, ed è stata capace di mantenere una popolazione stabile. Date le sue radici in climi prevalentemente caldi, per prosperare tende a preferire una piena esposizione al sole e temperature calde. È piuttosto resistente all'inverno, quindi non c'è da preoccuparsi.

Le piante fioriscono da luglio a settembre, quindi sarà bene mettere i semi in terra fra metà marzo e metà maggio. Scegliete per queste piante una terra ricca di nutrienti, permeabile all'acqua e in generale una terra smossa. Dovrete mantenere un ambiente fresco e moderatamente umido e assicurarvi che il terreno mantenga allo stesso tempo un valore di pH compreso fra 6,1 e 7,8, e resti privo di sali.

Storia

Storia Di Erba Gatta

Dare erba gatta ai propri amici felini è un fenomeno relativamente moderno. Ma esistono testimonianze di umani fare uso di erba gatta che sono vecchie di millenni. Infatti, pare che anche gli antichi Romani la consumassero come tonico. Col passare dei secoli, si introdusse in America insieme ai coloni, e il suo uso divenne più diffuso con l'inizio del XVIII secolo.

La prima testimonianza scritta risalente a quei tempi proviene dal Massachusetts nel 1712, ed è una ricetta di cucina che elenca l'erba gatta come ingrediente. Anche i pugili di quell'epoca la masticavano fra un incontro e l'altro, perché si diceva che rendesse più aggressivi. I Nativi americani presero anch'essi a farne uso intorno a quell'epoca, integrandola nelle loro preparazioni erboristiche.

Effetti

Effetti Di Erba Gatta

Oggigiorno, l'erba gatta si dà prevalentemente ai gatti, per aggiungere un po' di pepe alla loro vita. Precisamente, dopo aver consumato l'erba, i gatti sono investiti da un'ondata di euforia. Certi si rotolano in preda alla beatitudine, mentre altri semplicemente si distendono e rilassano. Tuttavia, solamente la metà circa dei gatti domestici sente realmente un effetto. Inoltre, non saprete se il vostro felino senta o meno l'effetto dell'erba gatta fino a che non avrà un'età di 3–6 mesi.

Tornando agli umani, quest'erba non interagisce col nostro sistema allo stesso modo dei gatti, ma se ne possono comunque trarre dei benefici. Se avete difficoltà a completare una notte di sonno ristoratore, per esempio, l'erba gatta potrebbe migliorare la vostra disponibilità al sonno. Le proprietà di quest'erba possono anche contribuire a facilitare la digestione, con il suo effetto lenitivo che agisce bene nel favorire la naturale motilità intestinale. Le persone che fanno regolarmente uso di erba gatta riferiscono anche di altri benefici, ma non esistono ancora molte ricerche al riguardo.