Erba Gatta: Tutto Ciò Che C'è Da Sapere

Erba Gatta: Tutto Ciò Che C'è Da Sapere

L'erba gatta è stata tradizionalmente usata da numerose culture come erba medicinale. Sebbene la ricerca sia ancora agli inizi, stanno emergendo risultati interessanti sul motivo per cui induce effetti rilassanti.

Che cos'è l'erba gatta?

L'erba gatta, conosciuta anche come catmint o nepitella, è una famosa specie erbacea in grado di stimolare i sensi dei gatti (si crede sia capace addirittura di fare raggiungere loro il nirvana). I felini sembrano irresistibilmente attratti dal profumo di quest'erba, su cui sono soliti rotolarsi prima di mangiarla voracemente. Una volta sotto i suoi effetti, i gatti sembrano sperimentare un intenso stato alterato di coscienza. Le loro pupille si dilatano, si comportano in modo strano e, di solito, iniziano a muoversi con scatti veloci. Sebbene possa risultare divertente osservare un gatto sotto gli effetti di quest'erba apparentemente psicoattiva, questa specie vegetale offre qualità che vanno ben oltre l'intrattenimento felino.

L'erba gatta, conosciuta con il nome scientifico di Nepeta cataria, è stata storicamente usata ed ancora oggi viene assunta per migliorare la digestione e rilassare i muscoli. La specie appartiene al genere Nepeta della famiglia delle Lamiaceae ed è di natura piuttosto prolifica, soprattutto nelle sue regioni d'origine: Europa orientale, Asia centrale, Medio Oriente ed alcune zone della Cina. La pianta si è diffusa anche oltre i suoi territori d'origine, fino al Nord Europa, Nord America e Nuova Zelanda.

Erba Gatta - Nepeta catariaVedere il Prodotto

BOTANICA

Botanica L'Erba Gatta

La Nepeta cataria è una pianta perenne che raggiunge un'altezza compresa tra 50 e 100cm, con un'ampiezza laterale simile. Come membro della famiglia della menta, l'erba gatta assomiglia alle più comuni specie di menta, con foglie verdi e larghe alla base e rastremate in punta. Queste foglie sono accompagnate da piccoli fiori nel periodo di fioritura, caratterizzati da graziosi colori rosa e bianchi e leggere macchie viola.

STORIA

La Nepeta cataria è stata usata per centinaia di anni dalle popolazioni autoctone come parte dei loro sistemi di medicina tradizionale. Le civiltà europee usavano quest'erba per calmare i nervi, indurre un sonno ristoratore, trattare l'irrequietezza, sostenere una sana digestione e lenire i dolori allo stomaco. La pianta veniva anche avvolta in bende da applicare come impacco per trattare le ferite a livello topico.