Damiana: Tutto Quello Che C'è Da Sapere

Damiana: Tutto Quello Che C'è Da Sapere
Turnera Diffusa

Contenuto:

Che Cos'è La Damiana?

In Messico, la Damiana fu usata per secoli come afrodisiaco e tonico sessuale. In passato, si pensava che la famigerata bevanda margarita contenesse tra i suoi ingredienti segreti grandi quantitativi di Damiana. Ancora oggi, alcune ricette di margarita messicana contengono piccole quantità di Damiana, apportando alla bevanda uno speciale tocco floreale e una piacevole spinta afrodisiaca.

Quando i missionari spagnoli giunsero in Messico si scoprì che all'interno delle tribù indigene veniva consumato un particolare tè contenente Damiana e zucchero, impiegato soprattutto per i suoi effetti stimolanti e afrodisiaci. Scienziati di tutto il mondo si interessarono a questa pianta e alle sue proprietà. I laboratori più attrezzati iniziarono ad analizzare tutte le sue qualità, attraverso la sperimentazione su animali. I risultati confermarono ciò che già si pensava: le prestazioni sessuali miglioravano, sia sugli esemplari femmina che su quelli maschio. Si notò che i topi di laboratorio di sesso maschile, affetti da disfunzioni sessuali, rispondevano particolarmente bene agli effetti indotti da questa pianta. Nonostante ciò, in linea generale, entrambi i sessi dimostrarono una maggiore attività sessuale.

Storia correlata

Come Usare La Damiana Per Aumentare La Libido E Migliorare Gli Orgasmi

Ancora oggi, nell'erboristeria e fitoterapia moderna la Damiana viene ampiamente impiegata come tonico sessuale e afrodisiaco. La Damiana è già di per sé considerata uno stimolante leggero in grado di risollevare l'umore, tuttavia, combinando questa pianta con altre varietà erbacee dalle proprietà antidepressive, la sua azione può diventare ancora più efficace.

La Damiana (Turnera diffusa) è un piccolo arbusto appartenente alla famiglia delle Passifloraceae. È una pianta che cresce in natura nelle zone sud-occidentali del Texas (negli Stati Uniti), nei Caraibi e in alcune parti del Centro e Sud America. La Damiana è un arbusto di dimensioni piuttosto ridotte che non supera i 1-2 metri d'altezza e che produce piccoli fiori gialli che, quando sbocciano, sprigionano odori delicati, dolci e fruttati. Le foglie sono la parte farmacologicamente più attiva della pianta: tendono a diventare lunghe 10-25cm, a sviluppare un margine fogliare seghettato e ad emanare un odore estremamente aromatico.

Damiana (Turnera afrodisiaca)

Vedere Damiana

Quali Sono Gli Effetti Della Damiana?

Quali Sono Gli Effetti Della Damiana

La Damiana è stata utilizzata per secoli principalmente come sostanza afrodisiaca e tonico sessuale. È stato dimostrato scientificamente che questa pianta è capace di aumentare la libido in entrambi i sessi, ragion per cui è tuttora utilizzata in Messico, dove viene impiegata per creare bevande stimolanti come il margarita.

Uno dei principali processi tramite cui la Damiana aumenta il desiderio sessuale è quello di incrementare la quantità di ossigeno nel sangue. Un maggiore apporto di ossigeno migliora le condizioni generali dell'organismo, risollevando in pochi istanti lo stato d'animo e la potenza sessuale. Studi realizzati su topi di laboratorio hanno dato esiti alquanto positivi, dimostrando la straordinaria efficacia di questa sostanza sulle prestazioni sessuali dei roditori. Tuttavia, non sono ancora stati avviati studi sulla Damiana e l'essere umano, una lacuna scientifica che affligge numerose altre varietà vegetali.

Storia correlata

Top 20 Dei Migliori Afrodisiaci Al Mondo

La Storia Della Damiana

La Storia Della Damiana

L'uso della Damiana risale a diversi secoli fa. Quando i missionari spagnoli fecero la loro comparsa in Messico, osservarono che le tribù native bevevano un infuso di Damiana, simile al tè. Tuttavia, il suo uso pare essere ancora più antico.

Esistono testimonianze che fanno risalire l'uso della Damiana addirittura alla civilità Maya, dove veniva assunta con finalità afrodisiache o per trattare le sensazioni di "vertigini e perdita di equilibrio". Anche gli Aztechi sfruttavano le sue proprietà toniche, arrivando a considerarla una pianta capace di migliorare la salute ed il benessere generale.

Nel 1870 la Damiana iniziò a diffondersi un po' ovunque, soprattutto per l'interesse commerciale che aveva scaturito. Inizialmente fu importata dagli Stati Uniti per essere rivenduta sotto forma di bevanda tonica, elisir o tintura. Già allora veniva apprezzata principalmente per le sue qualità afrodisiache (una "medicina" in grado di stimolare l'appetito sessuale, soprattutto in individui fisicamente deboli e anziani).

Nel 1888 la Damiana fu inserita nella prima edizione del "Formulario Nazionale" americano, venendo classificata sia come elisir che come estratto liquido, ma non sufficientemente affidabile per entrare a fare parte di una vera e propria farmacopea. A causa di questa reputazione, nel 1916 venne ritirata dal Formulario Nazionale. Ciò nonostante, le proprietà degli estratti liquidi ottenuti dalle sue foglie erano talmente entusiasmanti da consentirne un florido commercio fino al 1947.

Tuttavia, la ricerca scientifica iniziò a disinteressarsi alla Damiana, fino al 1960, quando fu riscoperta e rilanciata da etnobotanici e sostenitori del movimento hippy. Da allora, come successe per molte altre piante, la Damiana riuscì finalmente a conquistare un posto stabile nel mondo farmacologico, soprattutto nelle dispense di erboristi e fitoterapeuti.

Dichiarazione Di Non Responsabilità:
Non stiamo facendo affermazioni mediche. Questo articolo è stato scritto solamente per scopi informativi ed è basato su ricerche pubblicate da fonti esterne.

forse anche interessante