Come Funzionano I Vaporizzatori Per Erba?

Come Funzionano I Vaporizzatori Per Erba?

Per molte persone, la vaporizzazione è il modo definitivo di raggiungere il proprio "high": è più salutare, rilassante ed economico. Ma cosa accade realmente all'interno di questi piccoli dispositivi? Come viene prodotto il vapore?

Negli ultimi dieci anni, la vaporizzazione è diventata il metodo preferito per il consumo di cannabis da milioni di stoner in tutto il mondo. Se non sei il tipo che sta al passo con le nuove tecnologie, potresti chiederti di cosa si tratti. Alla fine, cosa si ottiene dallo svapo che non si può avere nella vecchia maniera? Più di quanto tu possa pensare.

Come Funziona Un Vaporizzatore?

COME FUNZIONA UN VAPORIZZATORE?

Prima di iniziare questa discussione dobbiamo esaminare come funzionano i vaporizzatori. Sia che utilizzino erbe o concentrati, i vaporizzatori riscaldano il loro contenuto ad una temperatura specifica adatta a creare vapore per l'inalazione. Rispetto al fumo che, essendo fumo, è ovviamente ruvido sui polmoni, il vapore è molto più gentile.

Articolo correlato

La Differenza Tra Fumo E Vapore

Oltre ad avere una temperatura più bassa, il vapore trasporta molte meno sostanze indesiderate nei polmoni rispetto al fumo di una canna. Quando fumi, l'erba si riscalda fino a circa 538°C (1000°F), mentre lo svapo riscalda la marijuana a un intervallo di temperature molto più ragionevole, fra 140 e 220°C (285–428°F).

Diversi Tipi Di Vaporizzatori

Conduzion Vs Convezione

Fino a questo punto ogni rispettabile vaporizzatore che troverai sul mercato condivide le caratteristiche che abbiamo elencato. La differenza arriva invece quando discutiamo di come si riscalda l'erba. Parlando di vaporizzatori per erbe, “conduzione” e “convezione” sono i due termini che sentirai più spesso. Raggiungono lo stesso obiettivo, ma tra di loro ci sono alcune importanti differenze.

Riscaldamento A Conduzione

Riscaldamento A Conduzione - Vaporizzatore Storm

In breve, il riscaldamento a conduzione mette la tua erba a contatto diretto con l'elemento riscaldante. Se questo ti sembra molto semplice e diretto, è perché lo è.

• Pro

Dovresti essere in grado di usare questi vaporizzatori appena fuori dalla scatola. Probabilmente hai anche pagato poco per quella scatola che usi per cominciare, dato che questi vaporizzatori sono di solito molto semplici e ridotti al minimo.

Poiché non hanno molte funzioni fantasiose, di solito sono abbastanza facili da usare. Inoltre, il riscaldamento a conduzione di solito consente di fare nuvole più grandi.

• Contro

La semplicità, come sempre, presenta degli svantaggi. Anzitutto, quando l'erba è a diretto contatto con l'elemento riscaldante si corre il rischio di combustione. Ciò significa avere un aroma meno pulito e uno spreco maggiore. Anche quando funzionano correttamente, i vaporizzatori a conduzione tendono a scaldare l'erba in modo non uniforme, quindi è necessario rimescolarla nella camera riscaldante per assaporarla tutta.

Inoltre, il riscaldamento a conduzione tende a essere meno preciso, anche se questo può rendere le cose più semplici per i principianti.

• Esempi Arizer Air 2StormDavinci IQPax 3Boundless CFC 2.0

Riscaldamento A Convezione

Riscaldamento A Convezione - Vaporizzatore Firefly 2+

A differenza dei loro cugini a conduzione, i vaporizzatori a convezione riscaldano indirettamente l'erba facendola circolare attraverso dell’aria calda. Questo si ottiene mettendo una specie di filtro tra l'erba e la fonte di calore.

• Pro

Questa separazione offre numerosi vantaggi—non ultimo quello della distribuzione uniforme del calore. Quando non devi preoccuparti che una parte della tua erba bruci mentre il resto rimane intatto, l'intera esperienza risulta molto più piacevole.

Inoltre, il riscaldamento a convezione produce un vapore più pulito, più morbido e con meno sprechi. Data la loro sofisticata tecnologia di riscaldamento, non è raro che questi vaporizzatori richiedano più _coinvolgimento_ della controparte a conduzione. Controlli avanzati di regolazione della temperatura e altri miglioramenti di tendenza sono popolari tra questi vaporizzatori.

Articolo correlato

La Temperatura Giusta Per Vaporizzare La Cannabis

• Contro

Non ci sono molti svantaggi con questi vaporizzatori, ma nulla è perfetto. A causa del loro design più avanzato, i vaporizzatori a convezione hanno spesso un costo maggiore. Inoltre, data la divisione fra erba e fonte di calore, dovrai aspettare un po' di più per fare le tue prime aspirazioni di vapore.

E questo vapore potrebbe non risultare in una nuvola densa come con la conduzione. Inoltre, la natura sofisticata di questi vaporizzatori può renderli più difficili da utilizzare per i principianti.

• Esempi Volcano Hybrid e ClassicBoundless CFVFirefly 2+

Riscaldamento Ibrido

Riscaldamento Ibrido - Vaporizzatore MIGHTY

Come si può immaginare dal nome, i vaporizzatori ibridi utilizzano un mix di entrambi i metodi di riscaldamento. L'aria fluisce attraverso il materiale vegetale per riscaldare l'erba in modo uniforme, ma un elemento riscaldante entra comunque in contatto diretto con l'erba per garantire tiri più piacevoli.

• Pro

Grazie a questa sinergia di riscaldamento, si ottengono nuvole più grandi, ma con meno rischi di combustione rispetto ai vaporizzatori a conduzione pura. Questa combinazione costruttiva porta questo tipo di vaporizzatori a essere anche molto competitivo ed efficiente, con una carica che dura più a lungo rispetto a molti vaporizzatori delle altre categorie.

• Contro

Molte persone preferiscono vaporizzare a temperature più elevate, ma chi ha polmoni sensibili potrebbe avere un problema con questi strumenti. Questo è semplicemente dovuto al fatto che ci sono due sistemi di riscaldamento attivi contemporaneamente. Sono progettati per evitare il surriscaldamento, ma assicurati di tenere d'occhio la temperatura.

Oltre a questo, l'unico altro problema è un prezzo superiore derivato dalla maggiore complessità di progettazione.

• Esempi MIGHTYBoundless CFG Pen Elite

Quali Sono I Componenti Di Un Vaporizzatore?

QUALI SONO I COMPONENTI DI UN VAPORIZZATORE?

Indipendentemente da quello che sceglierai, ti consigliamo di familiarizzare con i componenti principali di uno svapo. Indipendentemente dal metodo di riscaldamento, un vaporizzatore per erbe avrà sempre una camera per l’erba e un bocchino.

Sono entrambi dei termini che si spiegano da soli: il primo indica un piccolo contenitore, mentre e il bocchino è dove inspiri, che spesso fungerà anche da copertura per la camera delle erbe.

VaporShop

Vedi VaporShop

Naturalmente la vera star dello spettacolo è la batteria, che può essere fissa o rimovibile a seconda del tipo di vaporizzatore. Funzionano in modo simile, e la differenza principale sta nel fatto che la batteria rimovibile richiede di essere tolta e caricata separatamente.

A parte questo, i vaporizzatori a batteria fissa tendono a essere più comodi e con design più innovativi. Di contro, se si verificano problemi di batteria è necessario intervenire sull'intero dispositivo. I vaporizzatori con batterie rimovibili hanno invece delle limitazioni nel design, ma gli eventuali problemi alla batteria si risolvono semplicemente sostituendola.

Non esiste una soluzione unica per le esigenze di tutti, ma uno di questi tipi di vaporizzatore è sicuramente destinato a soddisfare il tuo stile di vita meglio degli altri. Buona vaporizzazione!