Blog
Una Guida All'Uso Dell'Acquaponica Per Coltivare La Cannabis
5 min

Una Guida All'Uso Dell'Acquaponica Per Coltivare La Cannabis

5 min
Coltivazione Seedshop

L’acquaponica combina idroponica e acquacoltura in un ecosistema autosufficiente in grado di coltivare cannabis davvero superba. Scopri l'acquaponica e come configurare facilmente il tuo sistema a casa.

L'acquaponica è un modo fantastico per coltivare cannabis che combina i vantaggi della coltura idroponica con la piscicoltura. È un ottimo metodo se stai cercando di uscire dalla coltivazione standard in terra, e non solo perché è particolarmente bello e impressionerà i tuoi amici.

Con una buona configurazione acquaponica, stai essenzialmente creando un ecosistema autosufficiente in cui i pesci e la tua cannabis formano una relazione simbiotica. Se stai pensando che sembra complicato, non temere, perché non è così difficile da realizzare.

In questa guida ti diremo come configurare il tuo sistema acquaponico fai-da-te in pochi passaggi. Molta furbizia e grande cannabis in vista!

Cos'È l'Acquaponica?

Cos'È l'Acquaponica?

L'acquaponica è una combinazione di acquacoltura e idroponica. Come con l’idroponica, la cannabis viene coltivata in un supporto senza suolo (o quasi senza suolo) in cui i nutrienti vengono somministrati tramite una pompa dell'acqua. Ma questa volta stiamo anche mettendo al lavoro i pesci.

Funziona essenzialmente in questo modo: i pesci mangiano e producono rifiuti (ammoniaca), che i batteri scompongono in nitrati. Una pompa trasporta quindi quest’acqua ricca di sostanze nutritive in un letto di coltivazione che contiene le piante. Queste assorbono l'azoto attraverso le radici e così facendo puliscono l'acqua che viene poi restituita ai pesci nella vasca.

Pertanto, il tuo sistema acquaponico forma un ciclo continuo proprio come Madre Natura in un ecosistema acquatico naturale: pesci che si nutrono di batteri, i quali scompongono la cacca di pesce (trasformandola in cibo per i vegetali) e piante che puliscono l'acqua per i pesci. Ciò rende l'acquaponica uno dei sistemi di coltivazione più sostenibili ed economici.

Articolo correlato

Come Eliminare E Prevenire Le Alghe Nelle Colture Idroponiche

Perché Coltivare Cannabis Usando l'Acquaponica?

Perché Coltivare Cannabis Usando l'Acquaponica?

Oltre ad essere quasi completamente autosufficiente, che è ovviamente il suo più grande fascino, coltivare in acquaponica ha molti vantaggi (e solo alcuni svantaggi). Diamo un'occhiata:

Vantaggi dell'acquaponica:

  • Completamente organica e naturale: Con i pesci nella vasca non puoi utilizzare sostanze chimiche nocive. E coltivare in modo biologico e naturale non manterrà solo i tuoi pesci sani e felici, ma anche le tue piante!

  • Utilizza meno acqua rispetto ad altri metodi di coltivazione: A differenza dei metodi idroponici tradizionali come la Deep Water Culture, per una configurazione acquaponica è in generale necessaria molta meno acqua. Se usi la DWC devi sostituire la tua acqua ogni tre settimane circa, mentre l'acquaponica è molto più autosufficiente. Avrai solo bisogno di rabboccare l'acqua persa per evaporazione.

  • Può essere installata praticamente ovunque: È possibile configurare un sistema acquaponico indoor, outdoor o in una serra.

  • Può essere ingrandita o ridotta: Una configurazione acquaponica può essere abbastanza piccola per un paio di piante o grande quanto vuoi.

  • Richiede meno tempo: Il sistema è ampiamente automatizzato e quindi richiede meno tempo e lavoro rispetto ad altri metodi di coltivazione. Idealmente, tutto ciò che devi fare è nutrire i tuoi pesci.

  • Sembra fantastico: Pesce e cannabis formano una splendida combinazione.

  • È utile per i coltivatori che vogliono semplicemente provare qualcosa di diverso.

Svantaggi dell'acquaponica:

  • Non è il metodo di coltivazione più semplice o più rapido da impostare.

  • Può richiedere tempo per regolare il sistema in modo che diventi completamente autosufficiente.

Come Costruire un Sistema Acquaponico

Ora possiamo discutere su come impostare in modo efficace un sistema acquaponico di base da soli. Il nostro sistema non utilizzerà solo argilla espansa per il substrato di coltivazione, ma utilizzeremo invece una configurazione “dual root zone”.

La ragione? I ciottoli di argilla da soli non forniscono abbastanza nutrienti per integrare ciò che viene fornito dai pesci e dai microbi. Di conseguenza, un tale sistema è spesso a basso contenuto di potassio e fosfato. Con la dual root zone, aggiungiamo uno strato di terreno che aumenta i nutrienti fino a livelli ottimali.

Ecco come farlo:

1. Costruisci il Tuo Acquario

Costruisci Il Tuo Acquario

La cosa ovvia anzitutto: proprio come te, i pesci sono esseri viventi. Ciò significa che si desidera fornire un ambiente che mantenga il pesce sicuro, sano e felice.

A seconda del tipo di pesce che intendi prendere (ne parleremo più avanti), questo avrà bisogno di una certa quantità di spazio. Dovrai quindi procurarti un serbatoio delle dimensioni adeguate.

Per una configurazione semplice, un acquario standard in acrilico potrebbe andare bene. È anche possibile mettere il pesce in altri tipi di vasca, come grandi contenitori per alimenti o una botte. Il tuo acquario non deve essere particolarmente bello, ma deve fornire un ambiente adatto ai tuoi pesci.

Quando aggiungi acqua al tuo acquario, segui le stesse pratiche dell'allestimento di un acquario. Innanzitutto, l'acqua deve essere declorata. Il modo più semplice per farlo è lasciare riposare l'acqua del rubinetto per un giorno o due in modo da consentire al cloro di evaporare. Se l'acqua del tuo rubinetto contiene cloramina anziché cloro (chiedi al tuo fornitore di acqua), sarà più difficile eliminarla senza l'aiuto di sostanze chimiche.

Dopo la declorazione, non mettere ancora i pesci! È necessario prima effettuare un ciclo del sistema, cioè operare a vuoto, per circa 4–6 settimane. In questo modo, i batteri benefici dell'acqua possono accumularsi. In caso contrario, non ci saranno batteri che si nutrono della cacca di pesce, e quindi non ci saranno nitrati da consumare per le piante.

Dovrai anche installare una pompa che spingerà l'acqua dalla vasca dei pesci fino al letto di coltivazione che supporta le piante e le loro radici, e viceversa.

2. Crea il Tuo Letto di Coltivazione Dual Root Zone

Crea Il Tuo Letto Di Coltivazione Dual Root Zone

Il letto di coltivazione è dove coltiveremo la nostra cannabis. Installeremo il letto di coltivazione in una vasca di allagamento posta sopra l'acquario. Un vassoio di plastica grande e resistente è la cosa migliore, ma puoi anche usare un grande vassoio di legno o simili. Dato che stiamo posizionando il nostro letto di coltivazione sopra il serbatoio, ti consigliamo di fissarlo ad un supporto robusto o su un tavolo adatto.

Inizia a creare il primo strato con l'argilla espansa, che è un substrato di coltivazione molto usato e collaudato nell'idroponica. I ciottoli di argilla non contengono sostanze nutritive. Sono inoltre a pH neutro e quindi non modificano l'acqua contenuta nel serbatoio.

Per creare la dual root zone, inizia aggiungendo uno strato di materiale permeabile come la tela da sacco sopra l'argilla. Quindi, aggiungi uno strato di terra sopra la tela. In questo modo creiamo due strati: uno strato acquatico nella parte inferiore e uno strato terrestre sopra. Entrambi formeranno i propri ecosistemi, che nel corso del tempo garantiranno la presenza di batteri benefici per il massimo apporto di nutrienti naturali, una migliore ritenzione dei nutrienti e uno scambio ottimale di gas e acqua.

Se vuoi migliorare il sistema, puoi innaffiare e nutrire separatamente lo strato superiore del terreno, che non contaminerà l'acqua dei pesci. Usa un fertilizzante biologico contenente fosfato e potassio. Assicurati solo di mantenere bassi i livelli di fosfato e potassio, altrimenti potrebbero danneggiare la salute di pesci e batteri.

3. Aggiungi il pesce

Aggiungi Il Pesce

Dopo che hai fatto funzionare a vuoto il tuo sistema per 4–6 settimane, puoi aggiungere i pesci.

Quale pesce è più adatto da usare? Esiste una serie di opzioni che funzionano bene in una configurazione acquaponica. Le scelte più comuni includono:

  • Pesce rosso: Il pesce rosso fa molta cacca. Come puoi immaginare, questo li rende ideali per l'acquaponica!
  • Koi: Può diventare piuttosto grande. Assicurati che il tuo serbatoio possa accoglierli.
  • Tilapia: Ottimo pesce per principianti. Facile da curare.
  • Barramundi: Pesce molto popolare per l'acquaponica.
  • Pesce ornamentale: Tetra, molly, guppy, etc. Andranno tutti alla grande.
  • Carpa, trota, pesce gatto, pesce persico: Funzionano tutti bene.

Come puoi vedere, hai molte scelte quando si tratta di pescare per il tuo sistema acquaponico. Sappi solo che non tutti i pesci “giocano” bene con gli altri. Ad esempio, pesci di grandi dimensioni come il barramundi non sarebbero i migliori da combinare con i guppy, poiché i primi potrebbero mangiare alcuni dei secondi.

Le Migliori Varietà di Cannabis per un Sistema Acquaponico

Quando cerchi varietà per la tua configurazione acquaponica, è saggio individuare ceppi che crescono bene nell'idroponica in generale. D'altra parte, non sei sicuramente limitato ad un gruppo specifico di cultivar, soprattutto perché stiamo sfruttando una configurazione a doppia zona di radici. Ciò significa che puoi aspettarti buoni risultati con un'ampia gamma di varietà. Assicurati solo di avere spazio e altre risorse disponibili per le future dimensioni e cicli di vita del tuo impianto. Così dovresti essere a posto!

Articolo correlato

5 Varietà Di Cannabis Perfette L’Idroponica Deep Water Culture

Suggerimenti per la Coltivazione Acquaponica

Suggerimenti Per La Coltivazione Acquaponica

La coltivazione idroponica da sola offre già molti vantaggi rispetto ad altri metodi. Uno di questi è che hai quasi tutto sotto il tuo controllo, come l'alimentazione e il livello di pH. Ma questo significa anche che coltivare in idro è più complicato e meno indulgente verso gli errori del coltivatore.

L’aquaponica migliora le cose offrendoti maggiore flessibilità rispetto ad una tipica configurazione idroponica. Ad esempio, quando si alimenta la cannabis in acquaponica, si hanno almeno cinque opzioni diverse:

  • Puoi aggiungere nutrienti sicuri per il pesce direttamente nel tuo acquario.
  • Puoi nutrire più o meno il pesce o cambiare la dieta. Più cacca di pesce = più nutrienti!
  • È possibile aggiungere ammendanti del suolo allo strato di terreno della dual root zone.
  • Puoi nutrire la tua cannabis con nutrienti biologici liquidi nella zona superiore delle radici.
  • Puoi spruzzare spray fogliare sulle tue piante secondo necessità.

Come abbiamo detto, ci sono molte possibilità! La bellezza di tutto questo è che dopo aver avviato il tuo sistema acquaponico, questo funzionerà praticamente da solo, con pesci felici e piante felici! Non è un ottimo modo per coltivare cannabis? Lo pensiamo anche noi!

Zamnesia

Scritto da: Zamnesia
Zamnesia ha passato anni a perfezionare le sue linee di prodotti e la sua conoscenza di tutte le cose psichedeliche. Spinta dallo spirito di Zammi, Zamnesia si impegna a offrirti contenuti accurati, pratici e informativi.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Coltivazione Seedshop
Cerca nelle categorie
o
Cerca