Blog
Reverse Dabbing
3 min

Come Dabbare Al Contrario O A Freddo

3 min
Headshop Prodotti

Il dabbing è uno dei trend più in voga nella community della cannabis. Tuttavia, molti non sanno che esistono vari tipi di dabbing. Il reverse dabbing, detto anche “cold-start” dabbing, è un metodo che consente di gustare pienamente tutti i terpeni e le altre sostanze presenti nei concentrati.

Il dabbing sta conquistando l'intera comunità della cannabis e, a quanto pare, resterà in circolazione ancora per molto tempo. Ma sapevate che esistono vari modi di fare dabbing?

Generalmente, il dabbing si effettua riscaldando i concentrati ad alte temperature, per produrre effetti euforizzanti intensi. Ma si possono ottenere ottimi risultati anche “dabbando” a temperature inferiori. Il reverse dabbing è un metodo alternativo che consente di assaporare meglio gli aromi dei concentrati e trarne maggiori benefici terapeutici. Proseguite la lettura per scoprire come si esegue un reverse dabbing!

COS'È IL REVERSE DABBING?

COS'È IL REVERSE DABBING?

Molte persone sanno che il dabbing di concentrati è un modo per sballarsi rapidamente e in modo intenso. Ma pochi conoscono il reverse dabbing, una tecnica altrettanto potente e persino terapeutica.

Il reverse dabbing—detto anche “cold-start” dabbing—è, come dice la parola stessa, un dabbing al contrario. Nel dabbing con “partenza a freddo”, infatti, il processo di riscaldamento viene ribaltato. Invece di riscaldare il concentrato su un “nail” (chiodo) rovente, nel reverse dabbing il concentrato viene riscaldato progressivamente, su un chiodo a temperatura ambiente. In questo modo le molecole chimiche possono raggiungere il punto di evaporazione ottimale ed essere assaporate pienamente dal consumatore.

PERCHÉ SCEGLIERE IL REVERSE DABBING?

PERCHÉ SCEGLIERE IL REVERSE DABBING?

Il vantaggio principale del reverse dabbing è che questo metodo mantiene integro l'assortimento di terpeni presente nel concentrato. Rispetto al dabbing standard, il cold-start dabbing conserva meglio i terpeni e le altre sostanze volatili.

I terpeni sono sostanze aromatiche prodotte dalle piante e forniscono a frutta e verdura (e anche alla cannabis) i deliziosi aromi e sapori che tutti noi amiamo. Nella cannabis, i terpeni presenti nelle cime generano le fragranze pungenti e zuccherine tipiche della ganja.

Ad ogni modo, studi recenti rivelano che i terpeni svolgono un'azione molto più ampia, oltre a quella aromatizzante. I terpeni infatti agiscono in sinergia con cannabinoidi come THC e CBD, producendo effetti molto più profondi rispetto a quelli generati dai singoli componenti. Inoltre, ciascun terpene è associato ad un particolare impiego terapeutico. Ad esempio, il linalolo è celebre per i suoi effetti rilassanti, mentre il limonene può stimolare e risollevare il tono dell'umore.

Il reverse dabbing preserva l'integrità dei terpeni più del dabbing regolare, poiché permette alle molecole di evaporare e produrre effetti diversi a temperature differenti e generalmente inferiori. Nel dabbing tradizionale, i terpeni vengono esposti a temperature estreme e molti di essi bruciano completamente prima di poter produrre alcun effetto. Viceversa, nel dabbing “a freddo” ogni molecola può raggiungere il proprio punto di evaporazione, e sprigionare i suoi effetti, senza essere carbonizzata.

Articolo correlato

6 Strumenti Ed Accessori Essenziali Per Il Dabbing

Anche se il dabbing a caldo può generare sballi molto intensi, esso tende anche a deteriorare il gusto e il potenziale terapeutico del concentrato. Rispetto al normale dabbing, il “cold-start” dabbing permette di sfruttare al massimo le potenzialità del concentrato.

Inoltre, il reverse dabbing è la soluzione perfetta quando non si ha abbastanza tempo a disposizione per riscaldare il dab rig. Con il reverse dabbing i tempi di preparazione si dimezzano. Non serve infatti surriscaldare un chiodo finché diventa rovente: nel cold-start dabbing, è sufficiente un calore minimo. La prossima volta che andate di fretta, provate ad usare la tecnica del reverse dabbing.

In più, con il cold-start dabbing eviterete che il vostro dispositivo in vetro si danneggi per via del calore eccessivo. Dopo aver aspirato numerose boccate infuocate dal vostro dab rig, il vetro potrebbe diventare opaco, fuligginoso e pieno di incrostazioni. Tale condizione è definita “chazzing” e può persistere anche dopo un'accurata pulizia. Pertanto, scegliere il reverse dabbing di tanto in tanto può risultare vantaggioso sia per voi che per il vostro dispositivo.

LATI NEGATIVI DEL REVERSE DABBING

LATI NEGATIVI DEL REVERSE DABBING

Il reverse dabbing non è adatto ai dabbers poco esperti, poiché la procedura richiede una certa abilità. Qualcuno ha difficoltà a raggiungere la giusta temperatura e spesso sono necessari diversi tentativi per acquisire familiarità con il procedimento.

Se il concentrato non viene riscaldato a sufficienza, nel dab rig resteranno dei residui di olio, che potranno ancora essere consumati ma sprigioneranno un aroma meno intenso e corposo. Inoltre, se il chiodo non viene adeguatamente pulito dopo un “cold-start” dabbing, possono restare dei residui bruciacchiati.

Pertanto, il cold-start dabbing richiede un po' di pratica. Ad ogni modo, questa tecnica offre boccate più delicate e saporite, perfette per i dabbers alle prime armi che desiderano cimentarsi in questa esperienza psicoattiva. Non lasciatevi dunque scoraggiare dalla inevitabile curva di apprendimento: sarete pienamente ripagati dai vantaggi a lungo termine offerti dal “cold-start” dabbing.

Articolo correlato

La Guida Definitiva Per Il Dabbing: Tutto Ciò Che Devi Sapere

COME SI ESEGUE IL COLD-START DABBING

COME SI ESEGUE IL COLD-START DABBING

  1. Posizionate il concentrato o l'estratto nel chiodo/banger a temperatura ambiente e avvitate la cupola.

  2. Riscaldate il chiodo fin quando il concentrato inizia a sciogliersi e a ribollire (in genere 6–8 secondi). Ricordate di tenere la fiamma a distanza di qualche centimetro, per evitare di bruciare il concentrato.

  3. Quando l'estratto si è sciolto, inalate attraverso il boccaglio. Ruotate la cupola mentre aspirate, in modo da riscaldare il concentrato in modo uniforme e produrre più vapore.

  4. Fate un altro tiro! Il “cold-start” dabbing permette di aspirare un paio di volte. Usate l'accendino a torcia per scaldare nuovamente il chiodo per 2–3 secondi alla volta.

  5. Aiutandovi con un cotton fioc, rimuovete tutti i residui quando il chiodo è ancora caldo. Se lasciate che si raffreddi, la sporcizia sarà più difficile da eliminare.

Ecco fatto, questa è l'arte del reverse dabbing!

Zamnesia

Scritto da: Zamnesia
Zamnesia ha passato anni a perfezionare le sue linee di prodotti e la sua conoscenza di tutte le cose psichedeliche. Spinta dallo spirito di Zammi, Zamnesia si impegna a offrirti contenuti accurati, pratici e informativi.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Headshop Prodotti
Cerca nelle categorie
o
Cerca