Blog
Peperoncino Fantasma (Bhut Jolokia): Come Coltivarlo Ed Usarlo
6 min

Peperoncino Fantasma (Bhut Jolokia): Come Coltivarlo Ed Usarlo

6 min

Volete mettere alla prova la vostra tolleranza al piccante? Il peperoncino fantasma è sinonimo di estrema piccantezza, ma offre anche ottimi sapori. Se avete sempre sognato di coltivare questi peperoncini in casa, questa è l’occasione giusta. Con la nostra semplice e facile guida, potrete raccogliere dei peperoncini potenti e di altissima qualità.

Insieme al jalapeño e all’habanero, il Bhut Jolokia è spesso considerato uno dei peperoncini piccanti più popolari oggi disponibili. Tuttavia, la sua ascesa non è una fortuita coincidenza. Con diversi fattori a suo favore tra cui l'elevata piccantezza, i sapori intensi e la facilità di coltivazione, ci sono alcune considerazioni da fare prima di coltivarlo a casa. Questa guida vi fornirà una panoramica completa su come coltivare, conservare e, soprattutto, assaporare a casa vostra i peperoncini Bhut Jolokia. Che siate nuovi in questo mondo o abbiate già esperienza con i piatti piccanti, abbiamo quello che fa per voi.

Cos’è il peperoncino Bhut Jolokia?

Cos’è Il Peperoncino Bhut Jolokia?

Anche conosciuto come peperoncino serpente, peperoncino velenoso, Naga Jolokia (peperoncino re cobra) o peperoncino fantasma, il Bhut Jolokia è originario della regione di Assam, nell’India settentrionale. Da qui si è diffuso in tutto il mondo per deliziare e scioccare molti intenditori di peperoncino. Il nome stesso deriva dalla traduzione erronea della parola “bhut”, che gli occidentali pensavano provenisse dalla parola hindi “bhoot”, che significa spettro fantasma, da qui “ghost chili” o “peperoncino fantasma”.

Ibrido di due varietà di peperoncino (Capsicum chinense e Capsicum frutescens), il Bhut Jolokia sinergizza le vampate di calore ed il sapore dei suoi genitori per produrre un grado di piccantezza unico.

Il peperoncino fantasma è estremamente popolare ed ha persino vinto il titolo di peperoncino più piccante del mondo tra il 2007 e il 2011, fino a quando il “peperoncino scorpione” non ha preso il suo posto. Ma quando si tratta di scaldare i palati, il peperoncino fantasma non è certo da sottovalutare. Continua ad avere una potenza incredibile, ma ne parleremo più avanti.

L’aspetto del peperoncino Bhut Jolokia può variare notevolmente. Poiché le dimensioni dei suoi frutti non sono uniformi, può assumere diverse forme e colori durante il suo ciclo di crescita. In media, un peperoncino completamente maturo può misurare dai 5,95 agli 8,54cm. Anche la superficie del frutto può differire in termini di consistenza: alcuni peperoncini sono ruvidi al tatto, mentre altri sono completamente lisci. A seconda dello stadio di maturazione, i peperoncini Bhut Jolokia assumono un colore rosso, giallo o persino arancione.

Quanto Sono Piccanti i Peperoncini Bhut Jolokia?

Quanto Sono Piccanti I Peperoncini Bhut Jolokia?

Quanto Sono Piccanti I Peperoncini Bhut Jolokia?

Come accennato in precedenza, i peperoncini Bhut Jolokia hanno detenuto il titolo di peperoncini più piccanti del mondo dal 2007 al 2011 nel Guinness dei primati. Questo è sicuramente il più alto riconoscimento che si possa conferire a questo peperoncino esplosivo. Con oltre 1 milione di unità di calore secondo la scala Scoville, il peperoncino fantasma è circa 400 volte più piccante della classica salsa Tabasco venduta nei supermercati e quasi 300 volte più piccante del jalapeño.

A questo punto potreste pensare: “Perché questo peperoncino è così ricercato se è così piccante?”. Ebbene, il peperoncino Bhut Jolokia non è solo piccante, ma offre anche ottimi sapori. Viene spesso utilizzato per aggiungere piccantezza e sapori intensi ad un’ampia varietà di piatti. Certo, ci saranno sempre quelli alla ricerca del peperoncino più piccante da provare e questo li metterà sicuramente alla prova.

Articolo correlato

Peperoncini Piccanti E La Scala Scoville

Quanto Tempo Impiegano a Crescere i Peperoncini Bhut Jolokia?

Quanto Tempo Impiegano A Crescere I Peperoncini Bhut Jolokia?

A questo punto, molti di voi potrebbero avere l’acquolina in bocca per ciò di cui è capace questo piccantissimo peperoncino della famiglia Capsicum. Ma quanto bisogna aspettare per poterlo provare? Le piante di peperoncino fantasma hanno un ciclo di crescita relativamente lungo e possono richiedere fino a 150 giorni dalla semina per essere completamente pronte e mature per la raccolta. Questo significa che è necessaria un po’ di preparazione all’inizio per assicurarsi che crescano bene durante tutto il loro ciclo di sviluppo.

Come regola generale, è meglio iniziare a coltivare le piante di peperoncino in casa almeno 8–10 settimane prima delle ultime possibili gelate o freddo nella vostra zona. In questo modo, quando verranno spostati all’aperto, i peperoncini potranno “spiccare il volo” assorbendo più sole e calore e potranno crescere nelle migliori condizioni possibili.

Come Coltivare i Peperoncini Bhut Jolokia

Come Coltivare I Peperoncini Bhut Jolokia

Quindi, come si coltivano i peperoncini fantasma in casa? Potreste rimanere sorpresi nel sapere che richiedono molti meno sforzi di quanti potreste immaginare. In genere, questi peperoncini si comportano meglio in condizioni soleggiate, calde ed umide, simili a quelle della regione di Assam da cui provengono. Tuttavia, se vivete in climi più freschi, non preoccupatevi, potete sempre coltivare i Bhut Jolokia ed ottenere raccolti di successo, ma potrebbe essere necessario avere qualche asso nella manica. Tutto quello che dovete fare per imparare a coltivare a casa delle piante di peperoncino fantasma forti e sane è seguire la nostra semplice guida.

Articolo correlato

Coltivare Peperoncini: 10 Semplici Fasi Per Principianti

Coltivare il Bhut Jolokia: Strumenti & Accessori

Coltivare Il Bhut Jolokia: Strumenti & Accessori

L’aspetto migliore della coltivazione domestica dei semi di peperoncino fantasma è che, nella maggior parte dei casi, non c’è bisogno di particolari attrezzature per iniziare. Chi ha già un po’ di esperienza nella coltivazione domestica di piante avrà già buona parte delle attrezzature necessarie per coltivare i peperoncini Bhut Jolokia.

I semi devono essere fatti prima germinare in vasi di piccole dimensioni e, successivamente, trapiantati in contenitori più grandi, come fareste per qualsiasi altra piantina. Tuttavia, se avete abbastanza spazio e le giuste condizioni ambientali, potete sempre mettere le piantine direttamente nel terreno quando arriverà il momento giusto. Potete semplificare ulteriormente il processo di germinazione usando lo Smart Start di Zamnesia. Questo vassoio è composto da piccoli vasetti già riempiti con un terriccio ricco di sostanze nutritive con livelli di pH perfetti per le prime fasi di sviluppo dei semi.

Potete sempre decidere di usare un tappetino termico o una micro-serra riscaldata per dare alle vostre piantine tutto il calore di cui hanno bisogno, poiché questo le farà acclimatare alle temperature calde che presto sperimenteranno durante la stagione di crescita outdoor. Altrimenti, l'uso di un buon terriccio umido ed una concimazione occasionale con fertilizzanti per pomodori/peperoni aiuteranno le piante a crescere durante tutto il loro ciclo di sviluppo.

Ovviamente, la scelta dei semi di peperoncino Bhut Jolokia farà la differenza al momento di spingere al limite le prestazioni delle piante. I semi di Bhut Jolokia disponibili da Zamnesia sono di altissima qualità e non hanno rivali.

Coltivare i Bhut Jolokia: Passaggi

Coltivare I Bhut Jolokia: Passaggi

  1. Il primo passo sarà la germinazione. A prescindere che vogliate iniziare usando piccoli vasi per piantine o lo Smart Start, piantate i semi nei vasi a circa 5cm di profondità sotto la superficie del terriccio umido. A questo punto, potreste dover aspettare circa 35 giorni prima di vedere spuntare le prime piantine. Assicuratevi di tenere i vasi in un luogo caldo e fornite loro molta acqua per evitare che si asciughino.

  2. Una volta che le piantine inizieranno ad emergere dal terriccio, dovrete agire di conseguenza. Nella maggior parte dei casi, se avete deciso di usare dei piccoli vasi per la germinazione, i vostri semi avranno sufficiente spazio dove allungarsi nelle prime fasi di vita.

    Tuttavia, se avete optato per i vasetti Smart Start, le piantine avranno bisogno di più spazio non appena i semi saranno germinati. Quindi, quando le giovani piantine spunteranno nel vostro Smart Start, spostatele subito e mettetele in vasi più grandi per consentire loro di crescere al meglio. Qualunque opzione scegliate, non appena spunteranno le piantine, spostate i vasi in un luogo soleggiato vicino ad una finestra o posizionateli sotto una lampada adatta alla coltivazione. Anche in questo caso, assicuratevi sempre di mantenere umido il terriccio innaffiando con regolarità, ma fate attenzione a non esagerare. Tenete d’occhio le piantine man mano che crescono. Una volta raggiunti circa i 10–15cm d’altezza, è il momento di procedere con il trapianto.

  3. Al momento di trapiantare, avete diverse opzioni. Se volete coltivare in vaso, assicuratevi di sceglierne uno profondo circa 20cm e largo 30. Queste dimensioni daranno alle vostre piante di peperoncino sufficiente spazio per crescere nella loro nuova casa. In alternativa, se avete un’aiuola in giardino esposta a diverse ore di sole e caldo durante la stagione di crescita delle piante, potete metterle direttamente lì.

  4. Prima di rimuovere la piantina per procedere con il trapianto, allentate un po’ il terriccio dalle pareti del vasetto. Assicuratevi di usare dei guanti, poiché si tratta di una procedura delicata e dovrete cercare di non contaminare le vostre piante. Una volta che il terriccio si sarà allentato, capovolgete il vasetto e fate uscire delicatamente la pianta. Fate molta attenzione in questo passaggio, poiché qualsiasi pressione esercitata con troppo impeto danneggerà irrevocabilmente la piantina e rovinerà tutto il vostro progetto colturale. Quindi, prendetevi tutto il tempo di cui avete bisogno.

  5. Una volta adagiate le piantine di peperoncino nei loro nuovi vasi o aiuole di terra, dovrete mantenerle sane e forti. Le regole che avevate rispettato per le giovani piantine saranno le stesse per le piante più grandi. Mantenete il terriccio umido e sentitevi liberi di usare un po’ di concime per pomodori/peperoni per dare loro la spinta giusta di nutrienti nei momenti più adeguati. Potreste anche fissarle a paletti o tutori affinché continuino a crescere nella giusta direzione, soprattutto negli ambienti caratterizzati da forti folate di vento.

  6. Se avete seguito tutti questi passaggi, siete già a buon punto. Le vostre piante di peperoncino fantasma continueranno a prosperare al sole e al calore e, dopo qualche settimana, inizieranno a comparire i frutti piccanti.

Come e Quando Raccogliere i Peperoncini Bhut Jolokia

Con il passare delle settimane, noterete che i colori dei peperoncini cambieranno considerevolmente. Inizialmente verdi, diventeranno gialli fino ad assumere un colore rosso ed una superficie leggermente rugosa, segnale che sono pronti per essere raccolti. Ma non preoccupatevi! Se volete raccoglierli prima, potete staccarne qualcuno con le dita e provarli ancora verdi. Saranno comunque un’esplosione di piccantezza e sapore. Dipende dalle vostre preferenze, ma per ottenere il vero effetto del peperoncino fantasma, aspettate che diventino rossi e rugosi.

Come Conservare i Peperoncini Bhut Jolokia

Come Conservare I Peperoncini Bhut Jolokia

Avete finalmente raccolto i vostri peperoncini e siamo sicuri che ne avete in abbondanza! Ora, è il momento di procedere alla loro conservazione. Le opzioni variano tra il breve ed il lungo termine. Le soluzioni a breve termine includono la conservazione dei peperoncini fantasma nel frigorifero o in una dispensa finché non ne avrete bisogno. Se volete conservarli più a lungo, ci sono numerosi opzioni tra cui scegliere. Potete congelarli, essiccarli, metterli in salamoia, conservarli chiusi in un barattolo o farli fermentare. La scelta dipenderà solo da voi.

Come si Usano i Peperoncini Bhut Jolokia

Come Si Usano I Peperoncini Bhut Jolokia

E qui inizia il vero divertimento. D’altronde, è proprio questo il motivo principale per cui avete deciso di coltivare i peperoncini Bhut Jolokia, o no? Le opzioni sono così tante che potete creare dalle salse piccanti alla preparazione di un curry piccante. Le applicazioni culinarie dei peperoncini fantasma sono quasi infinite.

Tuttavia, questi peperoncini sono estremamente piccanti, per cui usatene la giusta quantità con estrema cautela quando li aggiungete in un piatto o una ricetta. Basta poco per esagerare. Vi consigliamo di indossare dei guanti quando li tagliate e di lavarvi bene le mani non appena avete finito di usarli. La soglia di sopportazione della piccantezza cambia da persona a persona. Siate quindi consapevoli e cauti quando li offrite ad amici e parenti.

Iniziate Oggi Stesso a Coltivare i Peperoncini Bhut Jolokia

Iniziate Oggi Stesso A Coltivare I Peperoncini Bhut Jolokia

Come potete vedere, il peperoncino fantasma ha molte qualità. Offre un’esperienza piccante, ma saporita, che potrebbe non essere adatta ai “deboli di cuore”, ma se consideriamo la facilità e la gioia con cui si coltivano, tutti possono ottenere qualcosa di speciale dalla coltivazione dei peperoncini Bhut Jolokia.

Ovviamente, se vi rivolgete al vostro supermercato di fiducia, potreste trovare questo peperoncino, ma il più delle volte è troppo caro e non sarete mai sicuri di com’è stato coltivato. Se volete un modo molto più conveniente per produrre dei peperoncini fantasma di qualità, provate a coltivare i semi disponibili da Zamnesia.

Adam Parsons
Adam Parsons
Il giornalista professionista del settore cannabico, copywriter ed autore Adam Parsons è un membro di lunga data dello staff di Zamnesia. Incaricato di coprire una vasta gamma di argomenti, dal CBD agli psichedelici e molto altro ancora, Adam crea post per blog, guide ed esplora una gamma di prodotti in continua crescita.
Peppershop Prodotti
Cerca nelle categorie
o
Cerca