Blog
Tutto Ciò Che C'è Da Sapere Sulla Micro-coltivazione Di Cannabis
6 min

Tutto Ciò Che C'è Da Sapere Sulla Micro-coltivazione Di Cannabis

6 min
Coltivazione Seedshop

Molte persone che aspirano a coltivare cannabis hanno una preoccupazione in comune: non avere spazio sufficiente per le piante. La gente pensa che senza stanze intere o ettari di terra sia impossibile coltivare della buona cannabis, ma l'erba cresce anche in spazi ristretti come armadietti e torri di computer! Ecco la micro-coltivazione.

Siamo sicuri che molti di voi avranno preso in considerazione, almeno una volta nella vita, la possibilità di coltivare qualche pianta di cannabis. Tuttavia, alcuni di voi potrebbero non essere mai riusciti ad andare oltre per colpa della fatidica domanda “E dove potrei coltivarla?”. Certo, alcuni hanno la fortuna di avere delle stanze libere o dei cortili sul retro di casa dove poter avviare una coltura, ma non tutti sono così fortunati.

Se vi trovate in questa situazione, non perdete la speranza! La micro-coltivazione è diventata una tendenza tra i coltivatori che aspirano a far crescere la cannabis in spazi limitati. Anche se avete solo un piccolo armadio che non state usando o una torre del computer vuota (computer case), potete ancora coltivare una cannabis di ottima qualità. Seguiteci mentre cerchiamo di analizzare la natura della micro-coltivazione, come si allestisce e quali varietà dovreste coltivare.

Cos'è la Micro-Coltivazione e in Cosa Differisce da una Normale Coltivazione di Cannabis?

Che Cos'È La Micro-coltivazione? In Cosa Si Differenzia?

Sebbene il nome sia di per sé già autoesplicativo, qualcuno potrebbe chiedersi in cosa consista esattamente la micro-coltivazione (dall'inglese micro-growing). Ebbene, come avrete già intuito, non è altro che la coltivazione di un piccolo numero di piante di cannabis (spesso solo una) in uno spazio ristretto. I micro-coltivatori hanno spesso a che fare con spazi limitati, sia in verticale che in orizzontale.

Questo, ovviamente, si distingue dalle tipiche colture di cannabis a cui siamo abituati. I coltivatori “non-micro”, a prescindere che lo facciano per uso personale o commerciale, godono di spazi più ampi, sia verticalmente che orizzontalmente. Possono arrivare ad avere dozzine, persino centinaia, di piante di cannabis, con ampie variazioni di genetica da una coltura all'altra.

Ora, una coltivazione di questo tipo risulta ovviamente più divertente ed appagante e, in un certo modo, lo è. Ma lo sapete a cosa devono pensare tutti questi coltivatori? Alle bollette della luce che devono pagare per mantenere in salute le piante e ai dolori di mani e piedi per i lavori da rispettare tutti i giorni. I micro-coltivatori, invece, hanno un fardello molto meno pesante da portare e le loro operazioni sono decisamente più sostenibili.

Diverse Tipologie di Impianto per la Micro-Coltivazione

Avete quindi scoperto che la micro-coltivazione fa al caso vostro? Perfetto! Adesso è il momento di pensare a quale impianto si adatta meglio alle vostre esigenze. Questo, ovviamente, dipende soltanto dallo spazio disponibile e dalle preferenze personali. Ciascuno avrà i propri vantaggi e svantaggi, quindi non preoccupatevi di quale sia il “migliore” o il “peggiore”. Detto questo, diamo un'occhiata alle tipologie di impianti più popolari.

Coltivare Marijuana in un Armadietto

Coltivare Marijuana in un Armadietto

Coltivare marijuana in un piccolo armadio è, ovviamente, il metodo di micro-coltivazione più diffuso. Questa tendenza è probabilmente nata ancora prima che il termine “micro-coltivazione” diventasse di uso comune. D'altronde, possiamo capire il perché. Quasi tutti abbiamo un armadio in casa, grande o piccolo che sia, e praticamente tutti i modelli possono essere svuotati e personalizzati per ospitare qualche pianta di cannabis.

Innanzitutto, non dovrete preoccuparvi troppo dell'illuminazione. Trattandosi di uno spazio ristretto in cui la luce sarà vicina alle piante, una piccola e non troppo potente lampada a LED a spettro completo sarà più che sufficiente.

Per quanto riguarda invece il substrato di coltivazione, potrete scegliere tra il terriccio ed un sistema idroponico. Ovviamente, quest'ultimo sarà più costoso, ma vi risulterà molto più pratico e non dovrete preoccuparvi di innaffiare le piante! Tuttavia, dovrete comunque cambiare di tanto in tanto l'acqua e mantenere il suo pH nei livelli ottimali. Il terriccio funziona altrettanto bene e non dovrete preoccuparvi di spendere troppi soldi. Come vedete, dipende tutto dalle vostre preferenze personali.

Articolo correlato

Come Coltivare Cannabis Nell'Armadio

Dopo aver messo tutto in ordine, oltre a procurarvi i fertilizzanti, avrete anche bisogno di un ventilatore. I modelli da 10–12cm di diametro andranno bene.

Sarete tentati di lasciare le porte completamente chiuse, ma dovete considerare che la ventola dovrà pur far uscire l'aria da qualche parte all'esterno. In questo modo, non solo le vostre piante cresceranno più sane e forti, ma vi assicurerete anche di poter controllare gli odori. Potreste tagliare un buco abbastanza grande per far uscire l'aria o inserire un tubo di sfiato collegato ad un estrattore situato fuori dall'armadio. Andranno bene entrambe le soluzioni, ma i coltivatori che vogliono ridurre al minimo le dimensioni del buco preferiscono la seconda opzione.

Infine, quando le piante avranno raggiunto con successo la piena maturità, preparate una piccola scatola o contenitore dove essiccare le cime. Assicuratevi solo di disinfettare prima lo spazio d'essiccazione con acqua ossigenata e mantenete una temperatura di 20ºC con un'umidità relativa del 50%.

Coltivare Marijuana in una Torre di Computer

Coltivare Marijuana In Una Torre Di Computer

Se pensavate che l'armadietto fosse già uno spazio ristretto, coltivare marijuana in una torre di computer vi lascerà a bocca aperta. Alcune aziende ne offrono di già riadattate per una coltivazione discreta, ma un po' di ricerca su internet vi darà le nozioni di base per costruirvene una da soli senza troppi problemi.

Per quanto riguarda l'illuminazione, le luci a LED saranno la migliore strada da percorrere, soprattutto considerando lo spazio. Sono piccole e potenti e, quindi, non dovrete preoccuparvi di acquistarne troppe. Sono anche efficienti dal punto di vista energetico e non dovrete pagare bollette della luce troppo salate.

Articolo correlato

Risparmiare Sui Costi Energetici Quando Si Coltiva Indoor

Simile alla coltivazione negli armadietti, avrete la possibilità di scegliere tra la coltivazione in terra o quella idroponica. Un sistema idroponico in una torre di computer può sembrare poco serio, ma lo è anche dover innaffiare manualmente le piante di cannabis in spazi così ristretti.

I problemi che dovrete affrontare sono il controllo degli odori e la filtrazione dell'aria. Gli odori potete tenerli a bada rivestendo le pareti interne della torre con nastro adesivo e/o introducendo un cubetto di gel deodorante. Per quanto riguarda la filtrazione dell'aria, basta equipaggiare la torre del PC con, ebbene sì, una ventola per PC! Potete trovare dei modelli ottimizzati che si adattano alla vostra torre. In questo modo non dovrete preoccuparvi di fare dei buchi.

Infine, il metodo d'essiccazione per questo metodo è identico al precedente. Prendete una piccola scatola/contenitore, pulite le pareti dell'ambiente d'essiccazione e godetevi dopo pochi giorni la vostra cannabis!

Coltivare Marijuana in un Piccolo Grow Box Attrezzato per Passare Inosservato

Coltivare Marijuana In Un Piccolo Grow Box Attrezzato Per Passare Inosservato

Gli armadietti e le torri del computer possono risultare degli impianti di coltivazione piuttosto improvvisati e imprecisi, ma ne esiste uno più raffinato. Questa alternativa potrebbe scoraggiare molte persone, ma se volete qualcosa di più preciso questa è un'ottima scelta. Se anche voi preferite qualcosa di più ordinato, vi consigliamo un grow box attrezzato e abbastanza piccolo da passare inosservato.

In commercio ci sono diversi modelli di grow box, ma solo pochi sono appositamente progettati per passare inosservati. Se vi precipitate a comprarne uno qualsiasi, potreste ritrovarvi a dover gestire un rumore eccessivo che farà subito saltare gli allarmi. Assicuratevi di leggere attentamente la descrizione del prodotto che state pensando di acquistare.

Per quanto riguarda le luci, i grow box sono normalmente venduti già con un loro impianto d'illuminazione. Se non dovessero includerlo, optate sempre per i LED. Inoltre, non sarete voi a dovervi preoccupare se usare il terriccio o un sistema idroponico, poiché sarà lo stesso grow box ad essere attrezzato per l'uno o per l'altro.

Articolo correlato

Usare le Luci a LED per Massimizzare le Colture di Cannabis

Sono inoltre dotati spesso di gel che assorbono gli odori e/o sistemi di filtrazione ai carboni attivi, per cui gli odori non dovrebbero essere un problema. Normalmente, vengono anche venduti con sistemi di ventole e a voi non resterà che scegliere il modello più silenzioso. Nonostante ciò, assicuratevi di non prendere delle ventole troppo deboli, poiché il calore sarà il principale problema che dovrete affrontare con i grow box più piccoli.

Ovviamente, questa sarà una delle opzioni più costose di questo elenco, ma ne varrà comunque la pena. Vi risparmierà molti mal di pancia al momento di allestire l'impianto e sarà già stato ottimizzato per quello che volete fare.

Coltivare Marijuana in una Piccola Tenda da Coltivazione

Coltivare Marijuana In Una Piccola Tenda Da Coltivazione

Simile ai grow box appena menzionati, questi modelli sono realizzati per ospitare piante di cannabis più grandi. Potete trovarne delle dimensioni più diverse e ci sono opzioni più e meno economiche. Tutto si ridurrà ad un equilibrio tra budget e qualità desiderata.

Queste grow tent non vengono normalmente fornite con luci e ventole, ma saranno già predisposte per accoglierle facilmente. Di conseguenza, spesso finiscono per essere i modelli più economici del mercato. Come abbiamo suggerito per gli altri impianti di coltivazione, i LED funzionano perfettamente, in quanto si surriscaldano poco e spesso sono dotati di un interruttore per adattare lo spettro della luce allo stadio di crescita. La scelta del substrato di coltivazione dipenderà anche dalle preferenze personali.

Il controllo degli odori, come le altre attrezzature, non viene incluso in queste tende da coltivazione. Dovrete quindi procurarvi voi dei gel da posizionare al suo interno.

Oltre a questo, vi consigliamo di optare per i modelli con il pavimento impermeabile e con tasche laterali dove mettere gli attrezzi per lavorare più comodamente.

Varietà Adatte per la Micro-Coltivazione

Varietà Adatte Per La Micro-Coltivazione

Adesso che abbiamo esaminato tutte le opzioni, supponiamo che siate pronti per acquistare i primi semi da usare nella vostra micro-coltivazione! Aspettate però, non prendete decisioni troppo affrettate, poiché scoprirete che non tutte le varietà sono adatte per gli spazi ristretti.

Ce ne sono alcune che si adattano meglio agli ambienti più piccoli. Queste varietà più compatte vantano ancora rese e potenza impressionanti, ma la loro crescita non vi sfuggirà di mano. In generale, le sativa tendono a non essere adatte per gli spazi indoor troppo limitati, soprattutto quelle derivanti da genetiche Haze.

Articolo correlato

Le 10 Migliori Piante Di Cannabis Compatte

Tecniche per Aumentare le Rese nelle Micro-Coltivazioni

Tecniche Per Aumentare Le Rese Nelle Micro-Coltivazioni

Prima di iniziare, vogliamo assicurarci che prendiate in considerazione alcuni metodi di coltivazione specifici che vi aiuteranno ad ottenere il massimo dalle vostre “micro-piante”.

Queste tecniche di training sono appositamente progettate per massimizzare le rese e garantire una crescita sana e vigorosa delle piante, mantenendo sempre le loro dimensioni compatte e discrete. Una delle più collaudate è sicuramente lo ScrOG. Questa tecnica ha lo scopo di appiattire la chioma ed ottimizzare la copertura luminosa per una crescita ottimale delle cime. Questo metodo può essere adatto per spazi ristretti in quanto consente ai coltivatori di massimizzare i risultati da una singola pianta.

Articolo correlato

5 Modi Di Aumentare Il Tuo Raccolto Di Cannabis

C'è anche un'altra tecnica da considerare: lo schwazzing. Si tratta di una versione più avanzata della normale defogliazione. Lo schwazzing consiste nell'asportare un gran numero di foglie per promuovere la formazione delle cime. Siete interessati a saperne di più? Esistono molte altre tecniche di training a basso e alto stress, tutte analizzate nel dettaglio sul nostro sito web!

Zamnesia

Scritto da: Zamnesia
Zamnesia ha passato anni a perfezionare le sue linee di prodotti e la sua conoscenza di tutte le cose psichedeliche. Spinta dallo spirito di Zammi, Zamnesia si impegna a offrirti contenuti accurati, pratici e informativi.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Coltivazione Seedshop
Cerca nelle categorie
o
Cerca