Blog
I Classici
11 min

Le Migliori 10 Varietà Di Cannabis Classiche

11 min
Seedshop Top Lists

Cheese, Skunk, Sour Diesel. Tutti nomi che i consumatori di cannabis, da quelli più veterani e di lunga data ai principianti alle prime armi, dovrebbero ormai conoscere. Ci sono sicuramente delle buone ragioni se queste varietà hanno raggiunto ogni angolo del mondo cannabico. Sono state create usando genetiche autoctone con qualità esotiche, tratti ineguagliabili ed un’incredibile stabilità. Ecco a voi i grandi classici della cannabis.

Molte delle più moderne e popolari varietà hanno ereditato la loro genetica da questo pantheon di grandi leggende. Quando si fumano le discendenti di queste genetiche si può avere un assaggio di ciò che erano i loro antenati, ma provare di prima mano i grandi classici rimane un'esperienza unica. Tutti i fumatori dovrebbero farlo una volta nella vita.

Ecco le 10 migliori varietà di cannabis classiche da provare prima di morire. Date un’occhiata alla nostra categoria “Classici” per trovare i semi di tutte queste varietà.

Classics Categoryvedi I CLASSICI

1. Amnesia

Amnesia

L’Amnesia è uno dei più famosi ibridi a predominanza sativa. Questo grande classico continua ad essere molto apprezzato nel mondo della cannabis, occupando gli scaffali di numerosi dispensari nordamericani e coffeeshop di Amsterdam. La genetica Amnesia circola nel mercato da diversi anni e, di conseguenza, molti breeder l’hanno già sfruttata per creare nuove varianti.

L’autentica Amnesia discende da altre due leggende: Bubble Gum e Super Silver Haze. La Bubble Gum è una varietà a predominanza indica molto amata, vincitrice di ben quattro High Times Cannabis Cup. Un gruppo di ambiziosi breeder creò la BG in Indiana usando una Blueberry ed una Sour Candy. Sorpresi dai risultati del loro lavoro, decisero di mandare le successive generazioni ad alcuni breeder operativi in Nuova Inghilterra e Olanda. Dopo un rigoroso processo per tirare fuori tutte le sue migliori qualità, la versione moderna di Bubble Gum offre oggi un “high” euforico e deliziosi sapori zuccherini.

La Super Silver Haze ha invece apportato una buona dose di genetica sativa per contrastare il profilo indica della Bubble Gum. Questa pluripremiata varietà continua ad avere successo dagli anni ’90 ed è amata in lungo e in largo per le sue proprietà stimolanti. I breeder l’hanno creata usando Northern Lights #5, Original Haze e Skunk #1.

Dopo aver svelato chi sono i suoi due imponenti genitori, è facile capire perché l’Amnesia abbia riscontrato così tanto successo. Provoca un sorprendente “high” da sativa che ricorda la Super Silver Haze, grazie alle sue grandi cime contenenti fino ad un 18% di THC (che colpisce con forza e molto velocemente). Come suggerisce il nome, la sua potenza potrebbe influire sulla memoria a breve termine. Tuttavia, ha un alto contenuto di alfa-pinene, un terpene che si ritiene possa contrastare alcuni di questi effetti. Parlando di terpeni, l’Amnesia offre magnifici sapori ed aromi di legno e spezie.

È una varietà produttiva che raramente delude i coltivatori. Nelle colture indoor cresce fino a raggiungere i 150cm d’altezza, producendo dai 500 ai 600g/m² dopo un periodo di fioritura di 65–70 giorni. Le piante coltivate all’aperto possono raggiungere enormi altezze di 350cm e produrre raccolti altrettanto grandi. Preparatevi a tagliare questi mostri a metà ottobre.

vedere il prodotto

2. Northern Lights

Northern Lights

La Northern Lights appartiene ai grandi classici immortali, che per decenni hanno occupato i cuori di breeder, coltivatori e fumatori. La notorietà che ha raggiunto si deve al suo potente, e a volte travolgente, effetto corporeo da indica. Il suo “high” rilassante ed euforico le ha fatto vincere numerosi premi e l’ha resa una varietà molto efficace in ambito terapeutico.

L’esatta discendenza genetica di questa indica pura al 100% non è stata ancora confermata. Tuttavia, si ritiene che possa provenire da varietà autoctone della Thailandia e dell’Afghanistan, responsabili delle sue proprietà rilassanti. Alcuni pionieri portarono questi esemplari originari di queste regioni nei Paesi Bassi, dove vennero subito incrociati e perfezionati. La genetica Northern Lights trovò poi la sua strada verso gli Stati Uniti, dove oggi è molto popolare lungo la costa occidentale e in Colorado.

La Northern Lights è una magnifica pianta da fumare la sera. Il suo forte e rilassante “high” appesantisce il corpo quasi all’istante. I suoi effetti vi faranno sentire il corpo sempre più pesante, fino a rimanere incollati al divano. Le sensazioni che provoca aiutano ad allontanare lo stress e le tensioni accumulate dopo una lunga giornata, ma può fare miracoli anche contro dolori e ansia. Ciò che inizia come un’euforia rilassante, lentamente si affievolisce in una pacifica sonnolenza. Preparatevi ai forti attacchi di fame chimica che avvertirete quando gli effetti staranno per finire.

La Northern Lights produce infiorescenze piccole e compatte che producono grandi quantità di resina ricca di terpeni. Tra questi, il mircene è presente in alte concentrazioni, un terpene che offre aromi di terra e aggiunge un'azione sedante agli effetti finali. Queste cime contengono anche alte concentrazioni di umulene, un altro terpene dagli aromi muschiati e speziati.

La Northern Lights segue un modello di crescita da indica. Raggiunge i 120cm d’altezza nelle colture indoor e produce fino a 500g/m². All’aperto, le piante possono toccare i 250cm d’altezza massima e produrre abbondanti raccolti pronti a fine settembre.

vedere il prodotto

3. Gorilla 4

Gorilla 4

La nascita dell’originale Gorilla Glue 4 fu un colpo di fortuna. Un vero e proprio incidente: una pianta femmina di Sour Dubb impollinata accidentalmente da una Chem's Sister ermafrodita. Il breeder decise di buttare i semi di questo incrocio, ma, fortunatamente, il suo amico li mise da parte per piantarli l’anno successivo. Questa sua iniziativa portò a quattro diversi fenotipi, di cui il #4 si rivelò il più sorprendente. Oggi, molti nomi di varietà di cannabis sono in parte composti da Gorilla o Glue. Questa moderna miscela di Chem’s Sis e Chocolate Diesel della BSB Genetics ha preso d’assalto l’intero settore.

La Gorilla 4 è una potentissima varietà indica che farà cadere il vostro corpo nell’oblio. Con un profilo di cannabinoidi quasi impareggiabile, questa pianta ha fissato nuovi standard per quanto riguarda i livelli di THC. Analisi di laboratorio avrebbero rilevato quantità di THC prossime al 32%. Le sue infiorescenze producono enormi quantità di resina appiccicosa, un tratto che ha influenzato fin dalla nascita il suo nome: “Glue”, colla. Questo fenomeno ha sorpreso più volte il mondo della cannabis, classificandosi al primo posto in numerose competizioni dell’High Times Cannabis Cup.

La Chem’s Sister contiene fino ad un 28% di THC e i suoi effetti da sativa penetrano nelle profondità della mente dopo pochi istanti dall’inalazione. Il suo “high” energizzante e creativo l’ha resa una scelta molto popolare tra gli amanti delle sativa. Le sue infiorescenze sprigionano sapori contrastanti dolci e citrici. Ogni boccata di fumo vi stuzzicherà le papille gustative.

Articolo correlato

Le Origini Della Gorilla Glue E Le 3 Migliori Varietà Gorilla Glue

La Chocolate Diesel è un’altra straordinaria scelta. Sebbene contenga una quantità moderata di THC del 18%, il suo particolare profilo terpenico la rende una varietà molto interessante da selezionare. Le sue infiorescenze emettono sentori di hashish, muschio, pino e gasolio, non più così evidenti nella Gorilla 4.

La Gorilla 4 non è certo una varietà per fumatori alle prime armi o per chi vuole avvicinarsi lentamente alla cannabis. Questa indica ha la capacità di far decollare in pochi istanti. Dopo qualche tiro in più, avrete l’impressione di avere tutto il corpo avvolto in una coperta pesante e confortevole. Non è una varietà particolarmente indicata per socializzare. Fumatela di sera, quando avete bisogno di scollegare il cervello e di lasciare indietro le preoccupazioni e lo stress.

Le sue cime lunghe, compatte ed affusolate, trasudano una resina che diffonde i suoi odori in tutta la stanza di coltivazione. I terpeni primari (cariofillene, limonene e mircene) convergono per fornire sapori di terra, pino e, ovviamente, cioccolato!

La Gorilla 4 produce raccolti medi sia indoor che all’aperto. Non rientra forse tra le varietà più produttive, ma la potenza delle sue cime lo compensa ampiamente. I coltivatori indoor possono aspettarsi piante di media altezza e rese di 500g/m² di cime appiccicose. Preparatevi a raccoglierla dopo un periodo di fioritura di 7-9 settimane.

vedere il prodotto

4. Blueberry

Blueberry

La Blueberry è forse la varietà classica più saporita al mondo. Questa pianta a predominanza indica è stata creata per inebriare completamente le papille gustative. Per decenni ha sprigionato i suoi incredibili sapori dai bracieri di numerosi bong e canne e la sua fama ha raggiunto tutti gli angoli del mondo dopo aver vinto l’High Times Cannabis Cup del 2000, nella categoria “Best Indica”.

Il profilo terpenico delle sue lunghe infiorescenze ricoperte di cristalli di resina dominerà qualsiasi altro profumo presente nelle vostre colture. Queste molecole fanno miracoli attirando insetti benefici che terranno lontani i parassiti. Me non è solo profumata. La Blueberry contiene anche una grande quantità di THC del 24%.

La Blueberry è opera del leggendario breeder DJ Short, nominato nella Hall of Fame dell’High Times Seed Bank e pioniere del mondo della cannabis dal 1978. È anche l’artefice di altre magistrali creazioni, come Azure Haze, New Berry e First Light. Short creò la sua Blueberry negli anni ’70, usando un’indica afgana, una sativa tailandese ed una Purple Thai.

Zambeza Seeds ha creato una variante di questa genetica usando Northern Light, Blueberry ed una indica afgana. Questa nuova versione condivide radici genetiche simili e gli stessi sbalorditivi sapori dell’originale.

Gli effetti prevalentemente da indica della Blueberry sono ad azione rapida e calmante. Evitate di fumarla prima del lavoro o di qualsiasi altra attività impegnativa. Vi immergerà in una profonda e rilassante euforia, che vi farà venir voglia di mangiare e di riposare.

Le sue infiorescenze fruttate offrono un piacere sensoriale ad ogni tiro, ma non sono eccezionali solo quando vengono fumate. La Blueberry è infatti un’eccellente varietà per preparare edibili. Usatela per preparare del burro alla cannabis da aggiungere ai vostri piatti dolci, magari accompagnati da un po’ di frutta fresca. Non ne rimarrete delusi. I terpeni come il cariofillene, l'umulene e il mircene sono i responsabili di questi sapori così deliziosi.

La Blueberry sarà pronta per essere raccolta dopo un periodo di fioritura relativamente breve di 9 settimane. Le piante coltivate indoor possono raggiungere un’altezza massima di 150cm e produrre fino a 300–500g/m².

vedere il prodotto

5. Cheese

Cheese

La Cheese ha piazzato il Regno Unito sulle mappe del mondo cannabico. Per anni, le leggi restrittive e il maltempo hanno impedito a questo Paese di competere con regioni del calibro della California e della Spagna, ma la Cheese ha ribaltato la situazione. Questa leggendaria varietà ha preso d’assalto la scena globale ed ha gettato le basi per la creazione di altre numerose e famose varietà.

La Cheese è una varietà ben bilanciata composta per un 60% da genetica indica e un 40% sativa. In molti sostengono che la genetica Cheese sia nata nel Regno Unito nel 1998. Fu creata usando un raro fenotipo di Skunk #1, insieme a genetiche afgane, messicane e colombiane. La varietà originale è oggi disponibile solo in forma di clone.

La versione della Zamnesia Seeds è il risultato dell’incrocio tra Skunk e Northern Lights, l’equivalente della famiglia reale della cannabis. Produce un 20% di THC e provoca un “high” funzionale e bilanciato. L’esperienza inizia dalla testa, stimolando i pensieri creativi, migliorando la concentrazione ed ispirando l’attività fisica. Con il passare dei minuti, gli effetti da indica prendono piede e si manifestano sotto forma di sensazioni rilassanti a livello muscolare.

Articolo correlato

Le 7 Varietà di Cannabis Più Leggendarie e i Loro Creatori

Come suggerisce il suo nome, la Cheese “puzza”! I suoi terpeni si diffondono in tutta casa. Le sue cime scintillanti sono ricche di linalolo, alfa-pinene, cariofillene e umulene, che equivalgono ad un profumo di limone e lavanda accompagnato dal suo caratteristico odore di muschio.

Le rese della Cheese sono più che soddisfacenti. Le piante coltivate indoor raggiungono i 150cm d’altezza e producono fino a 550g/m². Non dovrete aspettare molto per assaggiare i frutti del vostro lavoro. Il suo periodo di fioritura è di 8 settimane.

vedere il prodotto

6. Ak-47

AK-47

I breeder hanno usato il nome di una potente arma da fuoco per battezzare l’AK-47. Ma non lasciatevi ingannare! I suoi effetti diffondono molta più pace che guerra. Il suo potente “high” le ha fatto comunque guadagnare la reputazione di un potente ordigno esplosivo. Maneggiatela con estrema cautela.

L’AK-47 è un ibrido a predominanza sativa che deriva da una vibrante miscela di genetiche autoctone provenienti da Colombia, Messico, Thailandia e Afghanistan.

Le varietà autoctone colombiane, messicane e tailandesi esercitano effetti stimolanti ed hanno una struttura slanciata. È stato questo lato genetico a trasmettere all'AK-47 i suoi effetti cerebrali. Invece, le varietà autoctone afgane scatenano un “high” molto rilassante da indica. L’aggiunta di questa genetica ha smussato gli angoli agli effetti dell’AK-47, aggiungendo un effetto più calmante a livello corporeo.

L’AK-47 produce effetti polarizzanti. Il suo “high” è principalmente cognitivo ed immerge i consumatori in uno stato d’animo creativo. Tuttavia, allo stesso tempo, il corpo diventa pesante e rilassato. È una straordinaria varietà da fumare in casa quando ci si presta a svolgere progetti creativi e attività lavorative. Questa marijuana tende a seccare un po’ la bocca, per cui tenete sempre a portata di mano qualcosa da bere.

L’AK-47 è anche una deliziosa pianta per gli intenditori di cannabis. Offre una ricca esperienza sensoriale con persistenti sapori di erbe, pepe e pino.

Questa pluripremiata varietà si comporta bene sia indoor che all’aperto. Le piante coltivate indoor producono fino a 500g/m², dopo un periodo di fioritura di 53–63 giorni. Le piante coltivate all’aperto, esposte agli agenti atmosferici, producono rese medie e sono pronte per essere raccolte verso metà ottobre.

vedere il prodotto

7. Skunk

Skunk

La Skunk è una potente indica che vanta una genetica estremamente stabile. Produce cime torreggianti ed alte concentrazioni di THC, senza mai fallire nel suo intento. I suoi antenati autoctoni hanno dato vita ad una varietà con poche variazioni fenotipiche, il che significa che i coltivatori sapranno esattamente cosa aspettarsi al momento del raccolto.

La Skunk originale (Skunk #1) venne creata usando genetiche Afghani, Acapulco Gold e Colombian Gold, durante un lungo processo d’ibridazione. Fu sviluppata in Olanda nel 1978 e continua ad essere una delle preferite nel mondo dei coffeeshop, ed oltre. La Skunk #1 è stata usata come base genetica per creare molti altri ibridi nel corso degli anni. Molte grandi seedbank hanno ricreato la loro propria versione di questa varietà.

Queste cime monolitiche producono un 22% di THC ed un “high” fisico che colpisce il corpo con forti ondate d’euforia. I fumatori più esperti riconosceranno la Skunk non solo per i profumi e i sapori. La sua distintiva miscela di fragranze dolci di agrumi, con note di pepe, genera una certa nostalgia già dalla prima boccata di fumo.

La Skunk offre ottime rese produttive sia indoor che all’aperto, mantenendo altezze medie. Potrete fumare queste cime dopo un periodo di fioritura di appena 45–50 giorni.

vedere il prodotto

8. Blue Dream

Blue Dream

La Blue Dream è una varietà realmente unica, forgiata su una base genetica leggendaria. È il risultato dell’incrocio tra due grandi classici: Blueberry e Haze. La Blue Dream è stata accuratamente elaborata per generazioni con il fine di conservare solo le migliori qualità di ciascun genitore. A prima vista, la Blue Dream potrebbe non stupire più di tanto. Le sue cime sferiche non sono enormi, ma sono compatte, e ciò che più conta è il loro contenuto.

Queste preziose pepite si sovraccaricano di tricomi, producendo grandi quantità di resina con alte concentrazioni di THC. La Blue Dream offre un “high” da sativa accattivante ed elettrizzante, influenzato principalmente dal suo genitore Haze di pura genetica sativa. Pochi secondi dopo aver fumato un bong, sentirete come l’energia si insinua nel vostro cranio. Gli effetti si adattano perfettamente all’uso diurno e accendono la creatività e la motivazione.

Articolo correlato

Recensione Varietà: Blue Dream

Quando pero ci avviciniamo ad annusare i suoi fiori freschi o inaliamo il loro fumo, diventa subito evidente la sua genetica Blueberry. Il suo complesso profilo terpenico genera sapori di mirtillo, dolci e fruttati. Queste deliziose fragranze rendono la Blue Dream una magnifica candidata per la preparazione di edibili.

La Blue Dream è considerata una varietà facile da coltivare ed un’eccellente pianta fotoperiodica per principianti. Le piante coltivate indoor mantengono altezze facili da gestire e producono rese dell’ordine di 350g/m², dopo un periodo di fioritura di 9–10 settimane. Quando viene coltivata all’aperto, la Blue Dream offre rese medie e sarà pronta per essere raccolta a fine ottobre.

vedere il prodotto

9. Dr. Grinspoon

DR Grinspoon

La Dr. Grinspoon è diventata un grande classico tra gli intenditori di cannabis, i collezionisti di semi e i breeder meno convenzionali. Questa varietà di pura genetica sativa non assomiglia affatto alle moderne varietà standard. Si tratta infatti di una varietà cimelio, creata dopo molte generazioni di inincroci attraverso l’impollinazione libera. Questo isolamento genetico ha mantenuto la purezza dei suoi geni, producendo una morfologia unica.

Il gambo di questa varietà sembra estremamente sottile e fragile rispetto ad altre varietà. Anche i suoi fiori sembrano di un altro mondo. Invece di produrre cime bitorzolute, la Dr Grinspoon sviluppa piccoli fiori simili a perline. Potreste facilmente sottovalutare queste infiorescenze per il loro aspetto, ma arrivano a contenere un 25% di THC! Tale potenza, insieme ad un profilo composto da pura genetica sativa, rende esplosiva l’esperienza finale. Gli effetti prendono piede con poco preavviso e fanno esplodere la mente in uno stato di alterazione sensoriale che può durare diverse ore.

Vi state chiedendo da dove provenga il nome di questa particolare varietà? I breeder decisero di chiamare questa varietà in onore a Lester Grinspoon, professore di psichiatria alla Harvard Medical School. Grinspoon acquisì notorietà in tutta la comunità cannabica per il suo attivismo e le sue ricerche. Si interessò alla marijuana negli anni ’60, e presto visse in prima persona le false propagande dell’epoca. Ciò lo spinse a scrivere “Marihuana Reconsidered”, una rassegna della storia e degli effetti fisiologici della cannabis. Ciò fu sufficiente per dare a questo grande classico pluripremiato il nome di una vera leggenda vivente.

La varietà è una pianta fotoperiodica, piuttosto sofisticata da coltivare. Indoor, può crescere fino a 160cm d’altezza e produrre fino a 300–400g/m², dopo un periodo di fioritura di 100 giorni. All’aperto, produce raccolti molto gratificanti, pronti verso inizio novembre.

vedere il prodotto

10. Sour Diesel

Sour Diesel

La Sour Diesel è un classico che si può trovare in tutto il mondo, dai dispensari americani ai coffeeshop olandesi. La sorprendente morfologia sativa, i caratteristici sapori di gasolio e l’estrema potenza sono le qualità che hanno “alimentato” la sua ascesa alla fama. Proviene dalla soleggiata mecca cannabica della California, sede di alcune delle migliori genetiche del pianeta. I creatori della Sour Diesel dovevano essere davvero fusi quando hanno deciso di intraprendere questo ambizioso progetto. Iniziarono incrociando due varietà molto conosciute all’epoca: Diesel e Northern Lights.

I loro sforzi ebbero successo. Il frutto del loro lavoro fu un esemplare a predominanza sativa che produceva infiorescenze compatte cariche di THC. Oggi, il suo potente “high” è ancora apprezzato dai consumatori ricreativi e terapeutici e i suoi strani, ma molto gradevoli, sapori aciduli di spezie e gasolio spingono i consumatori a volerne sempre di più.

Vi è mai capitato di avere delle giornate con cento cose da fare? Perfetto, queste sono le giornate in cui la Sour Diesel può mostrare il suo potenziale (considerando che i suoi effetti si possono tenere a bada). Il suo “high” da sativa colpisce come uno schiaffo sul volto, ma nel migliore dei modi. Gli effetti eliminano la procrastinazione e la sostituiscono con il desiderio di produrre.

La coltivazione della Sour Diesel ha un grado di difficoltà moderato ed è più indicata per i coltivatori con una certa esperienza. Le piante coltivate indoor raggiungono i 130cm e producono rese gratificanti di 450–600g/m². All’aperto, le piante sono resistenti e indipendenti. Diventano alte e producono raccolti medi.

vedere il prodotto

Luke S

Scritto da: Luke S.
Luke S. è un giornalista basato nel Regno Unito, specializzato in salute, medicina alternativa, erbe e terapie psichedeliche. Ha scritto per media come Reset.me, Medical Daily e The Mind Unleashed, coprendo queste ed altre aree.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Seedshop Top Lists
Cerca nelle categorie
o
Cerca