Blog
Hashish Setacciato a Secco
6 min

Guida Passo-Passo per Fare l'Hashish Setacciato a Secco a Casa

6 min
Headshop Prodotti

Esistono diversi tipi di hashish e numerosi modi per farlo. La setacciatura a secco è un metodo particolarmente semplice per produrre in casa un hashish potente e di alta qualità. Continuate a leggere per imparare a farlo con la nostra guida passo-passo.

Bubble hash, finger hash, rosin, charas... Ci sono numerosissime tecniche per produrre hashish, ma l’estrazione a secco con setaccio rimane uno dei metodi più semplici e popolari. Potete ottenere un prodotto di altissima qualità, molto potente e facile da vaporizzare. Un altro vantaggio della setacciatura a secco è che non richiede attrezzature costose. Tutto ciò di cui avete bisogno è una rete a maglia fine (setaccio) ed una buona quantità della vostra erba preferita.

HASHISH SETACCIATO A SECCO: CHE COS’È?

Hashish Setacciato A Secco: Che Cos’è?

Esattamente come molte altre tecniche d'estrazione, l'hashish prodotto con la setacciatura a secco della cannabis (anche conosciuto come Dry Sift Hash) non è una novità. Nelle principali regioni produttrici di hashish, come Afghanistan e Marocco, è una tecnica usata sin dall’antichità.

Il principio alla base della setacciatura a secco è semplice: quando la cannabis essiccata viene sfregata su una rete a maglia fine, i tricomi si separano dal resto della pianta. Una polverina fine chiamata kief (composta essenzialmente da tricomi nella loro forma più pura) cadrà al di sotto della rete andandosi ad accumulare sulla superficie sottostante.

Articolo correlato

Kief: Che Cos'è E Come Si Fa

Benché risulti piuttosto semplice, l'estrazione di tutto il kief può richiedere del tempo e diversi cicli di setacciatura (vale a dire, strofinare, sbattere o agitare la marijuana con uno strumento), soprattutto se dovete setacciare una grande quantità d’erba. Alla fine, però, verrete ricompensati con un kief straordinariamente puro e molto potente che potete pressare sotto forma di hashish. Qui di seguito vi proponiamo una guida passo-passo con cui potrete imparare a produrvi da soli del fantastico Dry Sift Hash!

DRY SIFT HASH VS BUBBLE HASH

Dry Sift Hash Vs Bubble Hash

Gli appassionati di hashish discutono spesso su quale sia il miglior metodo d’estrazione: quello con ghiaccio (Bubble Hash) o quello della setacciatura a secco (Dry Sift Hash)? Sappiamo tutti quanto possano variare le preferenze da una persona all'altra, ma la maggior parte pensa che la setacciatura a secco dia un prodotto finale di migliore qualità.

Uno dei motivi è dovuto al modo in cui viene prodotto il Bubble Hash (le cime vengono immerse in un secchio d’acqua e ghiaccio). Questo processo è più abrasivo per le cime e richiede maggiori sforzi da parte del produttore d’hashish. Con la setacciatura a secco, potete semplicemente passare il materiale vegetale un paio di volte e regolare la qualità dell’hashish. L’estrazione con ghiaccio, invece, può rivelarsi molto noiosa se non si dispone delle attrezzature adeguate e di sufficienti sacchi Ice-O-Lator.

Alcuni sostengono che ci sia anche un’enorme differenza in termini di sapore tra un Bubble Hash ed un Dry Sift Hash. È possibile che ciò abbia a che fare con l’acqua usata per estrarre il Bubble Hash. L’acqua non è infatti il miglior solvente per estrarre i componenti della cannabis. Ad esempio, le sostanze aromatiche (terpeni) potrebbero non dissolversi affatto. Ciò spiegherebbe perché molte persone considerano l’hashish setacciato a secco più saporito dell’hashish estratto con ghiaccio.

Articolo correlato

Come Fare Il Bubble Hash

Un grande vantaggio della setacciatura a secco è che è semplice e non comporta attrezzature costose. Potete acquistare una scatola in legno con setaccio per meno di 20 € o costruirvene una voi stessi! Anche una pressa per polline di buona qualità non comporta grandi spese. Per cui, per una cinquantina d’euro potete procurarvi tutto ciò di cui avete bisogno per setacciare le vostre cime essiccate. Potete produrre un hashish di primissima qualità che si scioglie e si vaporizza correttamente e che può essere conservato con estrema facilità.

COME PRODURRE IL DRY SIFT HASH

Ma adesso basta divagare sulle bellezze del Dry Sift Hash, passiamo all’azione. Ecco una guida dettagliata su come estrarre hashish con la setacciatura a secco.

QUELLO CHE VI SERVE

Come Produrre Il Dry Sift Hash -Quello Che Vi Serve

  • Un buon quantitativo di cannabis essiccata e ben conciata (scegliete le vostre varietà preferite, ma usando quelle più resinose, come una Gorilla Glue o una Cookies, otterrete risultati migliori).
  • Scatola in legno con setaccio
  • Vecchie carte da gioco, carte di credito ecc. da usare per raschiare
  • Pressa per polline
  • Piccolo imbuto o foglio di carta per versare più facilmente il kief nella pressa
  • Un grinder capiente, cesoie per tagliare ecc. (opzionale, solo se volete sminuzzare l’erba secca)

ISTRUZIONI

Come Produrre Il Dry Sift Hash

  1. Aprite la scatola con setaccio. Prendete una generosa quantità di cannabis secca e distribuitela uniformemente sulla superficie del setaccio della scatola. La quantità d’erba dipenderà dalle dimensioni del vostro setaccio.

  2. Chiudete il coperchio superiore della scatola.

  3. Scuotete la vostra erba per qualche minuto. Con alcuni setacci fai da te, come quelli in cui l’erba si trova sotto una copertura flessibile, potete far scorrere una carta di credito sulla copertura in modo da spezzare le cime. Passate delicatamente la carta per 10–15 minuti (a seconda della quantità d’erba).

  4. Aprite la scatola con il setaccio, mescolate bene l’erba ormai tutta sminuzzata e ridistribuitela per una seconda passata.

  5. Chiudete nuovamente il coperchio e passate un'altra volta l'erba scuotendola, strofinandola o facendo scorrere una carta.

  6. Aprite la scatola e rimuovete il setaccio con l’erba ormai priva di tricomi. Sotto il setaccio troverete una buona quantità di polverina, che altro non è che il kief che dovrete raccogliere.

  7. Aiutandovi con una carta di credito o da gioco, accumulate la polverina formando un piccolo cumulo di kief. Davanti a voi avrete tutta l’essenza dei tricomi allo stato puro.

PRESSATE LA POLVERE DI KIEF IN HASHISH

Pressate La Polvere Di Kief In Hashish

  1. Aprite la pressa per polline ed inserite nell’apertura un piccolo imbuto (anche realizzato in carta). Con due carte, prendete il kief e versatelo nella pressa per polline. Non riempitela eccessivamente, ma solo per circa i ¾ della sua capacità.

  2. Riavvitate la parte superiore con maniglia dentro alla pressa per polline.

  3. Usando la maniglia, avvitate con forza (fino a quando non riuscirete più a stringere) per premere saldamente tutta la polvere.

  4. Aprite la pressa svitando il tappo inferiore. Fate ancora qualche giro di maniglia fino a far uscire il cilindro di hashish perfettamente pressato!

  5. Usate una vecchia carta da gioco o un coltello per separare il cilindro di hashish dalla pressa. Il vostro hashish è pronto!

I MIGLIORI CONSIGLI PER FARE IL DRY SIFT HASH

I Migliori Consigli Per Fare Il Dry Sift Hash

Più fredde saranno le cime meglio sarà. I migliori risultati si ottengono quando l’erba è fredda e si lavora in un ambiente fresco. Il motivo è semplice: più fredda è la cannabis, più fragili diventano i tricomi e con maggiore facilità si separano dalle cime. Il freddo, inoltre, renderà le manovre meno “appiccicose” e, quindi, faciliterà il lavoro.

Fatelo come i veri professionisti. Indossate un cappotto caldo e setacciate la vostra erba secca all’aperto in inverno. Otterrete risultati eccellenti! In alternativa, potete mettere la vostra erba in contenitori ermetici e congelarla per qualche ora nel freezer.

Se volete ottenere i risultati migliori, usate setacci di dimensioni diverse. Con un solo setaccio a maglia fine, potrete creare un hashish decente, ma la sua purezza non sarà forse tra le più alte. Gli esperti sono infatti abituati ad usare setacci con maglie di diverse dimensioni, setacciando per fasi. Provate ad usare più setacci, prima quelli con la maglia più grossolana e man mano che si scende quelli con maglia sempre più fine. Solo così otterrete la migliore qualità di hashish.

COME CLASSIFICARE LA QUALITÀ DI UN DRY SIFT HASH

Come Classificare La Qualità Di Un Dry Sift Hash

Se volete verificare la qualità complessiva del vostro hashish, ci sono alcune caratteristiche da tenere d’occhio. Un Dry Sift Hash di qualità ha un colore dorato ed una consistenza simile alla sabbia fine della spiaggia. L’hashish dovrebbe emanare profumi simili alle cime. Più intenso sarà l’odore, migliore sarà il contenuto di terpeni e il sapore al momento di fumarlo. Ma questi parametri non sono il modo più accurato per determinare la qualità. È per questo che molti dispensari hanno iniziato a valutare l’hashish usando un sistema di classificazione.

Il sistema di classificazione più usato per l’hashish estratto con setacciatura a secco adotta il principio di fusione, dove l’hashish viene classificato come “a fusione completa” (full melt), “a fusione parziale” o solo “kief”. La fusione si riferisce a quanto bene si vaporizza un pezzettino di hashish dentro un “chiodo” (nail) di bong per concentrati.

  • A fusione completa (5–6 stelle)

Si tratta dell’hashish da vero intenditore, quello di maggiore purezza, formato essenzialmente da tricomi puri, senza altre impurità. È meglio consumare questo hashish in un bong per concentrati “dab rig”, ma potete anche fumarlo, vaporizzarlo o usarlo per fare edibili. Questo tipo di hashish è piuttosto raro e costoso e solo i produttori di hashish più esperti possono ottenere questa qualità in casa.

  • A fusione parziale (3–4 stelle)

Gli hashish a fusione parziale vaporizzano altrettanto bene all’interno di un chiodo, ma sono eccellenti da fumare anche con bong normali, con il “twaxing” o sbriciolati dentro una cartina. Alcune persone acquistano l’hashish “half melt” meno costoso per perfezionarlo ulteriormente a casa nella speranza di creare un prodotto “full melt”.

  • Kief (1–2 stelle)

Il kief è il grado più basso della setacciatura a secco. È la stessa sostanza non filtrata che potete trovare nello scomparto inferiore del vostro grinder: una miscela di tricomi e materiale vegetale. A differenza dei gradi di fusione dei precedenti hashish, il kief non si scioglie, ma crepiterà e brucerà quando viene fumato. Questo non significa che sia inutile. È comunque molto piacevole da consumare in un bong o una canna ed è perfetto per creare edibili o per il “twaxing”.

Articolo correlato

Come Fare Il Twax Su Una Canna O Braciere

COME USARE IL DRY SIFT HASH

Come Usare Il Dry Sift Hash

Il modo più semplice per assaporare un po’ di Dry Sift Hash è sbriciolarlo e mescolarlo con un po’ d’erba e tabacco e rollare tutto in una canna. Ma questo non vuol dire che non potrete mai usarlo per fare edibili o per decorare le vostre canne con il “twaxing” (sebbene alcuni potrebbero dire che questi ultimi due sono uno spreco per il buon hashish).

Ciò che rende eccezionale il Dry Sift Hash è che i gettoni di hashish pressati saldamente con la pressa per polline sono più pratici da trasportare e da conservare rispetto alle buste d’erba. Se poi le vostre abilità di rollaggio sono sotto la media, il tabacco mescolato con l’hashish è anche più facile da rollare in una canna rispetto alle cime.

COME CONSERVARE IL DRY SIFT HASH

Se desiderate conservare a lungo il vostro hashish setacciato a secco, assicuratevi di tenerlo lontano da zone umide, con temperature alte e troppo ossigenate. Mettete il vostro hashish in un contenitore ermetico e conservatelo nel frigorifero. Se avete bisogno di conservare l’hashish solo qualche giorno, sarà sufficiente un armadio fresco e buio.

Georg

Scritto da: Georg
Stabilitosi in Spagna, Georg dedica gran parte delle sue giornate non solo al suo computer, ma anche al suo giardino. Mosso da una grande passione per la coltivazione della Cannabis e per la ricerca di sostanze psichedeliche, Georg è un vero esperto del mondo psicoattivo.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Headshop Prodotti
Cerca nelle categorie
o
Cerca