Blog
Afidi Delle Radici Nella Cannabis
5 min

Come Combattere Gli Afidi Delle Radici Nella Cannabis

5 min
Notizie Tutorial

Talvolta è necessario intervenire attivamente per proteggere le piante di cannabis. I parassiti sono sempre in agguato e spetta a voi individuare tempestivamente i segni di un'infestazione. Non temete! Abbiamo creato questa pratica guida con informazioni dettagliate sugli afidi delle radici, uno dei problemi più comuni per i coltivatori di ganja.

Tutti noi amiamo le piante di cannabis e facciamo del nostro meglio affinché crescano sane e vigorose. La coltivazione di cannabis domestica presenta alcune difficoltà, ma la soddisfazione di poter fumare o vaporizzare cime coltivate con le proprie mani è impagabile. Ad ogni modo, come qualsiasi altra pianta, anche la cannabis può essere soggetta a malattie e parassiti.

Uno di questi parassiti è l'afide delle radici, una minaccia da evitare quando si coltiva cannabis in casa. Ma cosa sono gli afidi delle radici? E quali strategie è possibile adottare per proteggere le piante da queste creature? Scopriamolo insieme.

Cosa Sono gli Afidi delle Radici?

Cosa Sono gli Afidi delle Radici?

Gli afidi sono alcuni dei parassiti più diffusi nei giardini e tra le piante da appartamento. In genere sono dislocati sulle foglie e sugli steli degli esemplari. Questi insetti si nutrono della pianta stessa e provocano danni spesso irreparabili, che possono condurre alla totale distruzione della pianta.

Ovviamente, noi appassionati coltivatori di cannabis, dobbiamo evitare che ciò accada! Gestire un'invasione di afidi comuni può essere complicato, ma eliminare questa specifica tipologia che tende a nascondersi nel sottosuolo è ancora più difficile.

Come si può intuire dal nome, gli afidi delle radici, appartenenti al genere Phylloxera, si nutrono delle radici delle piante. Si tratta di parassiti piuttosto resistenti, in grado di riprodursi per via asessuata. Dopo aver esaurito le risorse di una pianta, possono persino sviluppare delle ali per spostarsi su quelle adiacenti.

Come Individuare gli Afidi delle Radici

Come Individuare gli Afidi delle Radici

A causa delle dimensioni molto ridotte, gli afidi delle radici sono difficili da individuare. Inoltre, dal momento che si nutrono delle radici, i segni della loro presenza non sono facilmente riconoscibili. Tuttavia, alcuni specifici indizi possono rivelare una potenziale infestazione di questi parassiti.

Gli afidi delle radici sono generalmente di colore bianco e marrone, ma possono anche sviluppare delle tonalità rosate. Di solito si rifugiano nel sottosuolo, ma si arrampicano anche sugli steli, quindi è importante ispezionare regolarmente la base delle piante. Infine, come accennato in precedenza, gli afidi delle radici possono sviluppare delle ali, perciò è essenziale individuare tempestivamente la presenza di insetti volanti attorno alle piante! Se notate dei parassiti che svolazzano nella vostra piantagione, non preoccupatevi: vi forniremo dei consigli per allontanarli.

Infestazione di Afidi delle Radici sulle Piante di Cannabis: i Sintomi

Infestazione di Afidi delle Radici sulle Piante di Cannabis: i Sintomi

Durante la crescita delle piante di cannabis, occorre tenere sotto controllo diversi aspetti, tra cui la somministrazione di sostanze nutritive, l'irrigazione, e l'esposizione alla luce. Ma come fare per riconoscere i sintomi di una potenziale infestazione? Quando si tratta di afidi delle radici, uno dei sintomi più evidenti è l'interruzione della crescita della pianta. Se l'esemplare sembra appassito,e le sue foglie iniziano ad ingiallire, potrebbe trattarsi di un attacco di questi parassiti.

Questi sintomi possono essere causati anche da carenze di magnesio o di ferro. In ogni caso, è assolutamente necessario agire tempestivamente. Dopo aver escluso altre potenziali cause, potrete intervenire sulle piante in modo mirato per eliminare il problema.

In Che Modo Provocano Danni gli Afidi delle Radici?

In Che Modo Provocano Danni gli Afidi delle Radici?

L'afide delle radici è una creatura minuscola, ma può provocare danni irreparabili. Questi insetti non agiscono mai da soli: ogni pianta viene attaccata da un gran numero di afidi. I danni non sono immediatamente visibili, poiché l'area più colpita è quella delle radici.

Danni all'Apparato Radicale

Gli afidi delle radici riescono a penetrare nel terreno fino a raggiungere l'apparato radicale. Se non si interviene in tempo, questi insetti possono distruggere le radici, causando avvizzimento e ingiallimento delle foglie. Nel complesso, la crescita della pianta di cannabis risulterà rallentata.

Articolo correlato

Radici Sane Per Piante Di Cannabis Sane E Rese Abbondanti

Effetti dei Danni alle Radici

Qualsiasi danno all'apparato radicale può provocare un grave indebolimento della pianta, ma la capacità distruttiva degli afidi delle radici si estende persino oltre. Le secrezioni di questi parassiti favoriscono infatti la formazione di muffa, causando ulteriori danni alla pianta. In più, la presenza di afidi attira le formiche, che potrebbero distruggere altre parti della pianta. Bisogna quindi impedire ad ogni costo la diffusione incontrollata degli insetti nell'area di coltivazione e la contaminazione degli esemplari circostanti.

Come Prevenire un'Infestazione di Afidi delle Radici

Non tutto è perduto! Come accade con qualsiasi altra specie vegetale, una corretta manutenzione può essere molto utile. Le piante gestite con cura ed attenzione vi ricompenseranno con fiori sani, densi e profumati. Ad ogni modo, esistono diversi metodi e strategie per tenere alla larga questi fastidiosi insetti.

Pulizia Regolare

Come Prevenire un'Infestazione di Afidi delle Radici: Pulizia Regolare

Indipendentemente dalla presenza di parassiti, la pulizia è un elemento fondamentale per la salute delle piante di cannabis. Igienizzando regolarmente l'area di coltivazione, potrete prevenire la comparsa degli afidi delle radici, ed evitare che attacchino le vostre piante. Per risultati ottimali, effettuate una pulizia quotidiana o settimanale.

Usare Trappole Adesive

Semplici, sicure, efficaci! Le trappole adesive cattureranno gli afidi sparsi sulle piante, immobilizzandoli. Sistemate queste strisce nei pressi della pianta: resterete sbalorditi dalla quantità di insetti che riescono a bloccare. Quando la striscia è piena, gettatela e sostituitela con una nuova.

Coltivare Partendo dal Seme Piuttosto Che dal Clone

I cloni prelevati da una pianta possono ospitare parassiti o larve di insetti. È possibile che la pianta madre non venga attentamente controllata durante le sue prime fasi di sviluppo. Ciò può avvenire nelle piantagioni molto vaste, sottoposte ad una manutenzione inadeguata, o può trattarsi di una semplice svista. Coltivando la pianta partendo dal seme avrete il pieno controllo dell'esemplare, dall'inizio alla fine.

Articolo correlato

Semi Vs Cloni: La Guida Definitiva Ai Pro E Contro

Isolare ed Ispezionare Attentamente il Materiale Vegetale Nuovo

Come Prevenire un'Infestazione di Afidi delle Radici: Isolare ed Ispezionare Attentamente il Materiale Vegetale Nuovo

Anche questa è un'operazione di routine, ma è comunque importante menzionarla! Ispezionate attentamente tutte le piante che introducete nella grow room, per evitare problemi in futuro.

Non Annaffiare Eccessivamente le Piante

Può sembrare un consiglio banale, ma il rischio di irrigazione eccessiva è sempre presente durante l'intero ciclo vitale della pianta. L'umidità può attirare gli afidi delle radici ed ammorbidire il terreno in superficie, facilitando l'accesso degli insetti.

Fare Attenzione Quando si Utilizzano i Mix di Terreni Grezzi

Le miscele di terreni grezzi rappresentano il substrato più naturale per le piante di cannabis, ma talvolta possono contenere afidi delle radici ed altri parassiti. In questo caso, le vostre piante diventeranno una facile preda. Ciò non significa che dobbiate evitare questi mix, ma vi consigliamo di esaminarli sempre con attenzione.

Alternare Diversi Trattamenti Antiparassitari

Come Prevenire un'Infestazione di Afidi delle Radici: Alternare Diversi Trattamenti Antiparassitari

Variare regolarmente le strategie per contrastare i parassiti si rivelerà estremamente utile. In commercio esistono moltissimi pesticidi biologici e naturali che potrete alternare di volta in volta. Utilizzando costantemente un unico prodotto, invece, rischiate che gli insetti sviluppino una resistenza ai principi attivi repellenti. Scegliete diversi tipi di antiparassitari per preservare la salute delle vostre piante!

Fare Estrema Attenzione Durante la Rimozione di una Pianta Infetta

Questo è un passaggio estremamente importante. Dopo aver individuato l'infestazione, dovete immediatamente rimuovere dall'area di coltivazione le piante colpite. Procedete con la massima cautela, evitando di disperdere il terriccio contaminato, altrimenti gli afidi potrebbero diffondersi ed attaccare le piante circostanti.

Come Eliminare gli Afidi delle Radici dalle Piante di Cannabis

Abbiamo elencato le migliori strategie per prevenire un'infestazione di afidi delle radici, ma come procedere quando è troppo tardi e gli afidi hanno già assediato le piante? Ebbene, esistono diversi metodi per eliminare questi fastidiosi insetti. Gli approcci possono essere suddivisi sostanzialmente in trattamenti biologici e trattamenti chimici. Entrambi offrono buoni risultati, ma i trattamenti biologici rappresentano ovviamente la soluzione più sicura ed ecologica per gestire un attacco parassitario.

Trattamenti Antiparassitari Biologici

Trattamenti Antiparassitari Biologici

  • Insetti Predatori Benefici

Non tutti gli insetti sono dannosi per le piante di cannabis. Alcuni possono infatti rivelarsi degli ottimi alleati nella lotta contro gli afidi delle radici. Coccinelle e moscerini, in particolare, possono tenere sotto controllo la proliferazione degli afidi. Potete inoltre introdurre nell'area di coltivazione microrganismi come nematodi e Beauveria bassiana, che si cibano degli afidi delle radici.

Articolo correlato

Insetti Che Aiutano La Cannabis A Crescere Meglio

  • Olio di Neem

Spruzzando un insetticida naturale a base di olio di neem sulla chioma e sul terreno accanto alla pianta, potrete allontanare gli afidi delle radici e prevenirne la ricomparsa. Ricordate però di non applicare mai l'olio di neem direttamente sulle cime della cannabis.

  • Aggiungere Sabbia Pulita

Aggiungendo un sottile strato di sabbia sul terreno, impedirete agli afidi delle radici ed altri insetti di penetrare nel sottosuolo e raggiungere l'apparato radicale. Questo metodo può essere usato in combinazione con altri trattamenti, come l'olio di neem, per potenziare la strategia difensiva contro i parassiti.

  • Spray a Base di Piretro

Lo spray al piretro, ottenuto dai fiori essiccati di una pianta simile alla margherita, è un altro metodo molto efficace per tenere sotto controllo le infestazioni parassitarie. Protegge le piante ed allontana insetti e afidi, anche se somministrato in piccole quantità. Potete comunque spruzzarlo abbondantemente sulle piante poiché è ecologico e biodegradabile.

  • Olio di Citronella e Rosmarino

Gli oli di citronella e rosmarino sono simili all'olio di neem ed altrettanto naturali. Fungono da repellenti contro gli afidi ed uccidono i parassiti già presenti sulla pianta. Spesso l'immersione delle radici in quest'olio è considerato il trattamento più efficace, ed è totalmente innocuo per la pianta.

Trattamenti Antiparassitari Chimici

Trattamenti Antiparassitari Chimici

  • Perossido di Idrogeno

Il perossido di idrogeno, o acqua ossigenata, viene solitamente utilizzato per disinfettare le lesioni cutanee, ma molti lo considerano un ottimo trattamento anche per le piante attaccate dagli afidi. Versando acqua ossigenata nel terreno annienterete qualsiasi parassita, ma l'agente chimico potrebbe danneggiare anche la pianta. La sostanza può inoltre compromettere la salute degli organismi benefici che vivono nel terreno, quindi utilizzatela con estrema cautela!

  • Imidacloprid

L'imidacloprid è l'insetticida più utilizzato al mondo, sia a livello domestico che commerciale, ed è in grado di eliminare definitivamente qualsiasi parassita presente nell'ambiente di coltivazione. Ad ogni modo, si tratta di un prodotto chimico piuttosto aggressivo che può influire negativamente sulle piante e, talvolta, persino danneggiarle.

Zamnesia

Scritto da: Zamnesia
Zamnesia ha passato anni a perfezionare le sue linee di prodotti e la sua conoscenza di tutte le cose psichedeliche. Spinta dallo spirito di Zammi, Zamnesia si impegna a offrirti contenuti accurati, pratici e informativi.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Notizie Tutorial
Cerca nelle categorie
o
Cerca