Blog
Come Coltivare I Peperoncini Piccanti All'Aperto
9 min

Come Coltivare I Peperoncini Piccanti All'Aperto

9 min

Nulla è come avere la propria scorta di peperoncini piccanti. Sebbene possa sembrare un compito arduo coltivarli all'aperto, siamo qui per dimostrare che in realtà non lo è! Tutto ciò che dovrai fare è seguire la nostra pratica guida e avrai un raccolto di peperoncini piccanti prima che te ne accorga. Cosa stai aspettando?

Non ci sono dubbi al riguardo: coltivare i propri peperoncini piccanti è un'esperienza estremamente gratificante. Dalla germinazione fino alla raccolta, bisogna intraprendere numerosi passaggi per poter coltivare una pianta produttiva e di successo. Anche se può sembrare un compito arduo, non deve esserlo per forza. Infatti, siamo qui per guidarti attraverso ogni fase della coltivazione dei peperoncini piccanti all'aperto. Quindi, indipendentemente dalla tua esperienza nella coltivazione dei peperoncini, siamo fiduciosi di avere i suggerimenti giusti per aiutarti ad ottenere un raccolto di successo all'aperto, ogni singola volta.

Perché dovresti coltivare i peperoncini piccanti all'aperto?

Perché Dovresti Coltivare I Peperoncini Piccanti All'Aperto?

Questa è una domanda semplice: perché dovresti preoccuparti di coltivare i peperoncini all'aperto quando puoi farlo in condizioni controllate indoor? Non è un segreto che le piante prosperino sotto il sole, quindi se hai lo spazio per ospitare una pianta (o più), sfruttalo al meglio e coltiva i peperoncini all'aperto.

Naturalmente, all'aperto, le piante sono soggette ad una grande quantità di luce e calore che non ti costerà nulla. In confronto, i peperoncini coltivati indoor avranno bisogno di una fonte di luce artificiale e forse di un tappetino riscaldante, il che potrebbe essere dispendioso.

Inoltre, a seconda di dove vivi, potresti scoprire che il terreno di un'aiuola sia abbastanza adatto per coltivare i peperoncini, quindi risparmierai sicuramente denaro a non dover acquistare contenitori e compost. Assicurati di testare prima il terreno per essere certo che sia l'ideale e sarai già a buon punto.

Inoltre, lo spazio verticale potenzialmente illimitato all'aperto ti permetterà di coltivare piante di Capsicum più alte, senza limiti di altezza. Quindi, se lo spazio è un problema, coltivare all'aperto è la soluzione migliore per te. Quel sogno di avere una giungla di piante di peperoncini potrebbe presto diventare realtà!

Articolo correlato

Coltivare Peperoncini: 10 Semplici Fasi Per Principianti

Di cosa hai bisogno per coltivare i peperoncini piccanti all'aperto?

Di Cosa Hai Bisogno Per Coltivare I Peperoncini Piccanti All'Aperto?

Quando si tratta di coltivare peperoncini all'aperto, l'attrezzatura di cui avrai bisogno verrà in qualche modo determinata dallo spazio disponibile. Quando pensiamo di coltivare all'aperto, spesso immaginiamo un grande giardino spazioso. Ma in realtà, molti coltivatori devono sfruttare al meglio un piccolo patio, un'aiuola nascosta o persino uno spazio ristretto sul balcone.

Se desideri coltivare le tue piante nei contenitori, idealmente avrai bisogno di almeno due dimensioni diverse—una più piccola per avviare le tue piante in casa (ne parleremo più avanti) e una più grande in cui trapiantare le tue piantine quando sono pronte a prosperare fuori.

Se stai piantando direttamente nei contenitori, vale sicuramente la pena adoperare del terreno argilloso: questo manterrà l'umidità permettendo allo stesso tempo un drenaggio adeguato. Le piante di peperoncino rispondono meglio anche a livelli di pH compresi tra 6,2 e 7,0, quindi tienilo a mente quando cerchi un terreno adatto.

Ovviamente, è necessario provvedere l’acqua e le sostanze nutritive durante tutto il ciclo di crescita. È possibile acquistare in negozio vari fertilizzanti biologici che possono incrementare le prestazioni dei tuoi peperoncini in modo significativo, migliorandone il sapore, la potenza, la qualità e la quantità di frutti.

Poiché è necessario un programma di manutenzione regolare durante tutto il processo di coltivazione, è possibile acquistare accessori come le forbici da potatura per aiutare a rimuovere le foglie invadenti ed esporre le piante ad una maggior luce solare e calore.

Sebbene ci siano alcuni elementi necessari per un progetto di coltivazione di peperoncini di successo, scoprirai che tutte le attrezzature sono riutilizzabili e potresti già aver la maggior parte in giro per casa.

Scegliere il peperoncino perfetto

Scegliere Il Peperoncino Perfetto

Naturalmente, saremmo negligenti a non menzionare la parte più essenziale della coltivazione di piante di peperoncino: la scelta dei tuoi semi! Con così tante cultivar tra cui scegliere, ci sono alcune decisioni da prendere in considerazione prima di scegliere il tuo peperoncino perfetto. Innanzitutto, pensa alla tua esperienza di coltivatore: se stai per muovere i primi passi o hai poca conoscenza o esperienza nella coltivazione dei peperoncini, potresti voler cercare un seme con un ciclo di crescita breve e più facile da gestire. Ad esempio, il peperoncino jalapeño è un esemplare robusto e resiliente che può raggiungere la maturità in soli 75 giorni dall'allegagione.

D'altro canto, se hai molta esperienza di coltivazione, potrai scegliere quasi tutti i peperoncini a patto che tu abbia la pazienza ed il tempo per portarli a termine.

Vale anche la pena tenere in considerazione le dimensioni finali di alcune piante di peperoncini. Se non hai limiti di spazio, questo potrebbe non essere rilevante. Ma se stai coltivando in un ambiente esterno più piccolo, vale la pena notare che alcune piante di peperoncino possono facilmente raggiungere circa 1–2 metri di altezza. Quindi assicurati di avere abbastanza spazio.

Infine, considera le tue preferenze sulla piccantezza. Se preferisci che i tuoi peperoncini siano più miti, scegli un seme che produca frutti più appetibili per te. Non ha senso produrre peperoncini super piccanti che non potrai assaporare. Quindi, per cominciare stai sul sicuro—puoi sempre incrementare la piccantezza nel tuo prossimo lotto di semi.

Quando dovresti iniziare a coltivare le piante di peperoncino all'aperto?

Quando Dovresti Iniziare A Coltivare Le Piante Di Peperoncino All'Aperto?

Quando si tratta di coltivare i peperoncini piccanti, il tempismo è tutto. È necessaria un po' di pianificazione, ma la chiave per una coltivazione outdoor di successo è sfruttare al meglio il calore e la luce della stagione di crescita.

Con questo in mente, le piante dovrebbero essere pronte a fiorire all'aperto durante i mesi estivi. Ciò non significa che non puoi sfruttare al meglio le settimane precedenti, poiché le piante possono essere avviate all'interno e poi spostate all'esterno per sfruttare al meglio il cambio delle stagioni.

Le condizioni ideali per coltivare le piante di peperoncino all'aperto

Allora, qual è l'ambiente ideale per coltivare le piante di peperoncino all'aperto? Le piante hanno bisogno di circa 6–8 ore di luce solare al giorno per prosperare, quindi assicurati di piantarle in un luogo in cui possano ricevere molta luce senza ostacoli. Anche se è vero che i peperoncini prosperano meglio nei climi mediterranei (o simili), questo non vuol dire che coloro che vivono in condizioni più temperate non possano produrre un raccolto di alta qualità. Questo è il motivo per cui è estremamente importante preparare le piante nei mesi più freddi e poi portarle all'aperto per assorbire tutta la luce e il calore che l'estate ha da offrire. Sarai sorpreso di quanto possano rendere bene.

Le piante di peperoncino hanno un andamento migliore in terreni argillosi, quindi tienilo a mente quando prepari l’aiuola o il contenitore per la tua pianta. Inoltre, testa il livello di pH del terreno per assicurarti che sia ospitale per la tua pianta. Con un po' di preparazione, potrai ridurre significativamente il margine di errore. Prenditi il tuo tempo e non potrai sbagliare.

Come coltivare i peperoncini piccanti all'aperto

Ora che hai pianificato la tua coltivazione e acquistato tutte le attrezzature di cui avrai bisogno, è arrivato il momento di mettersi al lavoro. Nelle sezioni seguenti, tratteremo tutto ciò che dovrai sapere per ottenere piante di peperoncino sane e fruttuose. Ciò di cui avrai bisogno è un po' di attenzione, cura e pazienza, e verrai ricompensato con un raccolto abbondante. Pronti? Si parte!

Avvia le piante di peperoncino in casa

Avvia Le Piante Di Peperoncino In Casa

Che tu viva in un clima caldo o più freddo, i tuoi semi avranno bisogno di essere germinati prima che possano fiorire. Sebbene esistano diverse scuole di pensiero riguardo a questo processo, probabilmente la più semplice è germinare all'interno. Ciò ti permetterà di tenere d'occhio i tuoi semi durante questa fase cruciale e controllare il loro ambiente. Ti consentirà anche di avviarli nei mesi più bui e freddi in modo che siano pronti a dare il meglio nei mesi più caldi.

Quando si tratta della germinazione, avrai alcune opzioni a disposizione. Un metodo consiste nel mettere i semi in un tovagliolo di carta umido e lasciarli germogliare in un luogo caldo come un armadio ventilato, sopra un frigorifero o anche sopra un tappetino riscaldante. La combinazione della carta assorbente umida e del calore è sufficiente per fornire l'ambiente ideale in cui i semi inizieranno a germogliare.

Tuttavia, molti scelgono di utilizzare metodi molto più affidabili come i kit di germinazione appositi come lo Smart Start. Questi kit includono vasi individuali pieni di terriccio che forniscono l'impostazione ottimale per la germinazione dei semi. Richiedono comunque una fonte di calore come un tappetino riscaldante, ma i kit di germinazione sono un modo rapido e praticamente senza sforzo per avviare la coltivazione con il piede giusto.

Un'altra opzione è piantare i semi direttamente nel terreno in piccoli contenitori. Una volta che avranno ottenuto altezza e massa dopo la germinazione, potrai eventualmente trapiantare le piantine in contenitori più grandi.

In alternativa, chi vive negli ambienti più caldi può sempre far germinare i propri semi nel terreno. Indipendentemente da ciò, si applicano le stesse regole—mantieni il terreno circostante umido, ma non inzuppato d’acqua e il sole fornirà il calore di cui i semi avranno bisogno per germogliare.

Articolo correlato

Come Coltivare I Peperoncini Indoor

Acclimatare le tue piante di peperoncino

Acclimatare Le Tue Piante Di Peperoncino

Le piante avviate al chiuso diventeranno senza dubbio acclimatate e a proprio agio nei loro ambienti con temperature controllate. Tuttavia, molti scoprono che, quando arriva il momento di spostarle all'aperto, le piantine iniziano ad appassire e non reagiscono bene al cambiamento dell’ambiente. Sebbene non sia raro, puoi adottare delle misure per garantire che la transizione sia il più tranquilla possibile. Uno di questi metodi è l’“acclimatazione” delle tue piante.

Essenzialmente, ciò comporta lo spostamento dei peperoncini all'esterno per alcune ore al giorno nel corso di circa due settimane. Durante questo periodo, potrai lentamente incrementare la durata dell'esposizione fino a quando le tue piante non si saranno completamente acclimatate. Se possibile, inizia posizionandole in un'area riparata come una serra o un telaio freddo (una miniserra). Lasciale al loro interno per un paio d'ore durante i primi due giorni e riportale dentro una volta passato questo tempo. Nei giorni successivi, aumenta il periodo di tempo con incrementi di 2 ore e vedrai presto che i tuoi peperoncini inizieranno a prosperare.

Può sembrare un compito facile, ma molti coltivatori inesperti trascurano l’acclimatazione finendo per ritrovarsi con piante deboli che impiegano molto più tempo per fiorire. Quindi, non evitare questo passaggio! Assicurati solo di non iniziare il processo di acclimatazione fino a quando non è passata l’ultima gelata. Solitamente, è possibile trovare online le informazioni sulla data dell'ultima gelata prevista per la propria regione. Anche se non puoi essere sicuro al 100%, pecca per eccesso di cautela per evitare disastri.

Trasferimento in un'aiuola o grande contenitore

Trasferimento In Un'Aiuola O Grande Contenitore

I mesi estivi si stanno avvicinando rapidamente: ti sei preso il tempo per far acclimatare le tue piante e ora è arrivato il momento che prosperino davvero. Ciò significa che dovrai spostarle in contenitori più grandi o in un'aiuola in cui rimarranno fino alla raccolta. Le tue piante di peperoncino saranno pronte per essere trapiantate dopo aver sviluppato un buon apparato radicale e raggiunto circa 20–30cm di altezza.

Dovrai far attenzione quando rimuovi la massa radicale dato che le piante sono cresciute in piccoli contenitori fino a questo momento. Per prima cosa, allenta il terreno attorno ai bordi del vaso e fai scorrere delicatamente la pianta e l’apparato radicale nella tua mano capovolgendo il contenitore.

Una volta rimossa, mettila semplicemente in un contenitore più grande pieno di terriccio per ospitare la tua pianta per il resto del suo ciclo di crescita. Lo stesso vale per la coltivazione in un'aiuola: fai un buco nel terreno abbastanza grande per la tua pianta, posizionala al suo interno e fiorirà in pochissimo tempo. Se stai coltivando più piante contemporaneamente, assicurati di lasciare uno spazio di circa 60–90cm tra di loro, in modo che abbiano lo spazio per allungarsi mentre crescono.

Acqua, pacciamatura e training

Acqua, Pacciamatura E Training

Come accennato prima, quando si coltivano le piante di peperoncino è della massima importanza seguire un rigoroso programma di manutenzione. I coltivatori dovrebbero prestare particolare attenzione all’annaffiatura. Come regola generale, è meglio annaffiare quando il terreno che circonda la pianta è secco al tatto. Questo potrebbe avvenire ogni 2–3 giorni in condizioni temperate, ma coloro che vivono in climi più caldi potrebbero aver bisogno di annaffiare le piante ogni giorno. Tuttavia, questo vale solo per gli ambienti torridi, quindi assicurati di non esagerare, o potresti causare un disastro.

Puoi sempre usare il pacciame per ridurre la necessità di annaffiare, poiché aiuta a trattenere l'umidità nel terreno. L'applicazione di pacciame intorno alla base della pianta eviterà che si secchi. Esistono molte opzioni di pacciame biodegradabili e non biodegradabili disponibili online e nei negozi.

Proprio come con la coltivazione delle piante di cannabis, le piante di peperoncino possono essere manipolate per dare il meglio, aumentando potenzialmente la qualità e la quantità della loro resa. Ad esempio, poiché a volte le piante di peperoncino possono crescere piuttosto compatte, i coltivatori possono legare dei fili ai rami per costringerle a crescere in una particolare direzione. Ciò permette all'intera pianta di ricevere più luce ed incoraggia la ramificazione (sviluppo di rami e steli). Questa è solo una delle tante tecniche di training che puoi utilizzare per ottenere il massimo dalle tue piante di peperoncino, quindi assicurati di fare le tue ricerche su tutte le tecniche collaudate.

Tempo di raccolta

Tempo Di Raccolta

Sebbene il tempo di raccolta per le piante di peperoncino differisca tra le diverse cultivar, questo tende ad essere tra i 60 e gli 80 giorni dopo l'allegagione. A seconda del peperoncino, ci sono numerosi segni a cui prestare attenzione, incluso il raggiungimento di una dimensione specifica, il cambio di colore (ad esempio, dal verde al rosso) e persino il “corking” ( la spaccatura sulla pelle). Nel complesso, presta attenzione ai frutti sodi.

Quando si tratta di rimuovere i peperoni dalla pianta, può succedere di andarci un po' troppo pesanti e staccarli dal ramo. Questo può causare danni alla pianta, quindi sii delicato in questa fase cruciale. Per ridurre al minimo i danni, prendi il peperone tra le dita e tiralo leggermente verso il lato opposto alla sua direzione di crescita. Normalmente, i peperoni maturi si staccano facilmente con poca resistenza.

Articolo correlato

Quando E Come Raccogliere I Peperoncini

Suggerimenti per la coltivazione del peperoncino piccante

Suggerimenti Per La Coltivazione Del Peperoncino Piccante

Sebbene abbiamo illustrato gli aspetti chiave della coltivazione di peperoncini piccanti all'aperto, di seguito condividiamo alcuni suggerimenti utili per massimizzare ulteriormente la qualità dei tuoi risultati.

Pizzica il primo fiore

Può sembrare controproducente, ma pizzicare il primo fiore che appare permetterà alla tua pianta di concentrare la sua energia per crescere più grande e, di conseguenza, produrre una resa maggiore.

Etichetta le tue piante

Assicurati di etichettare le tue piante, soprattutto se coltivi diverse cultivar insieme. Ciò ti permetterà di riconoscere le varietà e migliorare il modo in cui le monitori e ti prendi cura di loro. Per comodità, includi dettagli come il nome della specie e la data in cui l'hai piantata.

Dai supporto

Alcune varietà di peperoncino possono raggiungere altezze piuttosto elevate, quindi vale sicuramente la pena investire in alcuni paletti in modo che le tue piante possano continuare a crescere dritte. L'ultima cosa che vorrai vedere è una pianta che si piega a causa della mancanza di supporto.

Proteggi le tue piante

Indipendentemente dal fatto che crescano in contenitori o in un'aiuola, le tue piante avranno bisogno di protezione contro ogni tipo di potenziale problema—vale a dire parassiti e animali domestici! Puoi tenere a bada gli animali domestici ed altri animali usando un repellente. I parassiti possono essere evitati semplicemente tenendo d'occhio le tue piante e assicurando condizioni ideali nella tua area di coltivazione. In alcuni casi, puoi sempre usare l'olio di neem per scoraggiare i parassiti.

Ed eccoci qua—una guida completa sulla coltivazione dei peperoncini piccanti all'aperto. Che sia la tua prima incursione nel mondo della coltivazione dei peperoncini o che tu abbia anni di esperienza—le regole sono le stesse: sii paziente, sii attento e, soprattuttxo, goditi i frutti del tuo lavoro.

Adam Parsons
Adam Parsons
Il giornalista professionista del settore cannabico, copywriter ed autore Adam Parsons è un membro di lunga data dello staff di Zamnesia. Incaricato di coprire una vasta gamma di argomenti, dal CBD agli psichedelici e molto altro ancora, Adam crea post per blog, guide ed esplora una gamma di prodotti in continua crescita.
Coltivazione Peppershop
Cerca nelle categorie
o
Cerca