Blog
L'Effetto Entourage
5 min

Cos'È L'Effetto Entourage?

5 min
Notizie Ricerca

Gli esperti ritengono l'effetto entourage uno dei fattori chiave responsabili dei potenziali benefici del CBD. Se non avete familiarità con questo concetto, permetteteci di illustrarvelo, così che potrete utilizzare al meglio il CBD o la cannabis.

Provate a fare una ricerca su Google sull'olio di CBD e sui suoi potenziali benefici. Con ogni probabilità troverete molti articoli dove si afferma che la versione a spettro completo è l'opzione migliore.

Fra i tre tipi di estratti di cannabidiolo, il CBD a spettro completo è l'unico in cui è presente il THC, la componente psicotropa della cannabis. Ne contiene però al massimo lo 0,2 o 0,3%, che è insufficiente a provocare uno sballo.

Ma perché l'olio al CBD a spettro completo è la versione più consigliata? Gli esperti lo attribuiscono all'effetto entourage.

Se questa è la prima volta che ne sentite parlare e siete perplessi, non temete. Quest'articolo vi descriverà in dettaglio cos'è l'effetto entourage, i suoi potenziali benefici e come ottenerlo con l'olio di CBD e la cannabis.

L'Effetto Entourage: Uno dei Grandi Misteri della Cannabis

L'Effetto Entourage

L'effetto entourage è una teoria di sinergia chimica. Si riferisce al fatto che cannabinoidi, terpeni ed altre sostanze chimiche presenti nella pianta di cannabis agiscano di concerto per produrre effetti più pronunciati. Per esempio, THC e CBD sono ritenuti più efficaci se assunti congiuntamente in determinate circostanze.

La teoria dell'effetto entourage venne alla luce nel 1998, grazie al chimico israeliano della cannabis dott. Raphael Mechoulam. Essa stabilisce sostanzialmente che i benefici percepiti della cannabis si debbano al fitocomplesso della pianta di cannabis nel suo insieme, ovvero alla gamma completa dei composti chimici attivi presenti al suo interno.

Ora, per coloro che fanno uso di olio di CBD, l'idea di assumere THC insieme al loro cannabidiolo potrebbe essere fonte di qualche preoccupazione. Questo potrebbe portare a sperimentare effetti psicotropi? In che modo il CBD ne viene avvantaggiato?

Cos'è l'Effetto Entourage?

Vediamo dunque più in profondità i dettagli essenziali dell'effetto entourage in relazione a cannabinoidi e terpeni.

Effetto Entourage e Cannabinoidi

Effetto Entourage e Cannabinoidi

Ogni singolo cannabinoide produce effetti unici. Tuttavia, quando vengono combinati, l'insieme dei risultati è più ampio che non con un solo composto.

Prendiamo ad esempio THC e CBD. Diversi studi condotti su varie patologie umane hanno messo in comparazione gli effetti di questi cannabinoidi, rispettivamente isolati e in combinazione fra loro, ed hanno rilevato che la combinazione THC-CBD è più efficace[1].

Questo si riflette perfino nella creazione del Sativex, un farmaco approvato dalla FDA che contiene sia THC che CBD ed è disponibile in oltre 25 Paesi. Il Sativex è uno dei pochissimi medicinali approvati a base di cannabinoidi e, per questo, è stato ampiamente[2] studiato.

Uno studio del 2018[3] su cannabis ed effetti negativi ha testato THC e CBD dal punto di vista del loro impatto sull'umore. In conclusione, i partecipanti percepivano i maggiori miglioramenti sull'umore quando fumavano una varietà ad alto contenuto di CBD (>9,5%) e basso THC (<5,5%).

Questi sono solo alcuni esempi della possibile sinergia fra cannabinoidi in ambito scientifico e le attuali scoperte hanno reso più popolari che mai le preparazioni a base di molteplici cannabinoidi.

Articolo correlato

Capire L'Importanza Dei Diversi Rapporti Di CBD:THC

Effetto Entourage e Terpeni

Effetto Entourage e Terpeni

Oltre ai cannabinoidi, anche i terpeni della cannabis contribuiscono ad alimentare l'effetto entourage. Questo risulta evidente se si mettono in comparazione varietà differenti. Per quale altro motivo due varietà con lo stesso contenuto di cannabinoidi producono effetti totalmente unici? I terpeni sono responsabili del dinamico profilo aromatico dell'erba, ma mostrano anche effetti fisiologici a sé stanti.

Vediamo per esempio l'associazione fra marijuana e sonno. Nel corso dei decenni, gli esperti hanno stabilito fra questi due una connessione piuttosto solida. Già nel 1972[4], i ricercatori scoprirono che l'esposizione acuta al THC era potenzialmente in grado di aiutare le persone ad addormentarsi. Si riscontrò anche una riduzione del tempo di veglia successivo all'insorgere del sonno e un incremento del sonno a onde lente (chiamato anche sonno profondo).

Ma è solo il THC che agisce nel conciliare il sonno? Altri studi suggeriscono il contrario.

L'articolo[5] spesso citato del dott. Ethan Russo, “Taming THC”, pubblicato nel 2011, evidenzia il potenziale soporifero del mircene, un terpene della cannabis che si trova nel luppolo e in altre piante. Russo considera questo terpene come il possibile responsabile dell'effetto “inchiodo-divano” associato al consumo di marijuana.

Un altro terpene che si ritiene svolga un ruolo nell'effetto entourage è il cariofillene. È lui la causa del distintivo aroma speziato e muschiato della cannabis e, come suggeriscono alcuni studi[6], possiede proprietà rilassanti e protettive che lo rendono ideale per chi ne fa un uso olistico.

Articolo correlato

Come Usare La Cannabis Per Migliorare Il Tuo Sonno

Che Sensazione Dà l'Effetto Entourage?

Che Sensazione Dà l'Effetto Entourage?

Naturalmente, l'effetto entourage vi farà sentire differenti a seconda dei composti presenti. A parte questo, l'obiettivo è intensificare gli effetti del composto principale, oppure attenuare i suoi effetti secondari o reazioni avverse.

Di questo possiamo trovare un classico esempio nell'interazione fra CBD e THC. Molteplici studi, fra cui uno del 2013[7], trattano del potenziale del CBD per limitare gli effetti negativi del THC. In generale, si ritiene che il CBD attenui la psicoattività del THC se assunto congiuntamente, generando così uno sballo più morbido e piacevole. Ma non tutte le ricerche lo confermano.

Uno studio del 2019[8], condotto su 36 individui, ha rilevato che la combinazione di THC e CBD, rispettivamente in alte e basse concentrazioni, induce una maggior ebbrezza rispetto a quella indotta dal solo THC. Questo non costituisce una conferma, ma suggerisce che dose e concentrazione svolgano ruoli di primo piano nel determinare in che modo una persona sperimenta l'effetto entourage. Non solo, ma lo studio utilizzava la vaporizzazione come metodo d'assunzione ed anche questo potrebbe potenzialmente incidere sui risultati.

L'Effetto Entourage Può Sballare?

L'Effetto Entourage Può Sballare?

Ancora una volta, questo dipende dalla combinazione di cannabinoidi e terpeni.

Come abbiamo accennato prima, il THC combinato col terpene mircene potrebbe essere responsabile dell'effetto “inchiodo-divano” apprezzato da molti consumatori ricreativi. In questo caso, avreste la possibilità di godervi appieno gli effetti psicotropi della pianta.

D'altro canto, un prodotto al CBD con appena una minima quantità di THC (non più dello 0,3%) non vi farà sballare. Sentirete invece di più gli effetti del cannabidiolo.

Come Ottenere l'Effetto Entourage

Ci sono molti modi per ottenere l'effetto entourage, ma qui ci concentreremo su due di essi. Il primo consiste nell'uso di prodotti al CBD a spettro completo, mentre il secondo si basa sui tradizionali fiori di cannabis.

Olio di CBD a Spettro Completo

Olio di CBD a Spettro Completo

Nella nostra introduzione abbiamo fatto un breve accenno al CBD a spettro completo. Come abbiamo detto, questo tipo di olio di CBD impiega una piccolissima quantità di THC (ben al di sotto della soglia dello sballo), permettendogli di agire in supporto del CBD senza però far sballare chi lo consuma. Inoltre, il CBD a spettro completo contiene anche piccole quantità di cannabinoidi benefici, come CBN, CBG e CBC.

E nell'olio di CBD a spettro completo non ci sono solamente cannabinoidi; anche i terpeni fanno la loro parte. Che si tratti di mircene, beta-cariofillene, pinene o di svariati altri, tutti sono in grado di influire sull'effetto generale di un determinato prodotto al CBD. Nell'olio di CBD a spettro completo possono essere presenti anche vari flavonoidi.

Di contro, l'olio di CBD ad ampio spettro contiene tutti i composti di cui sopra, meno il THC. Nelle formule ad ampio spettro non vi è assolutamente traccia del composto psicoattivo. Chi fa uso di queste formule può comunque giovarsi dell'interazione fra le altre sostanze fitochimiche. Il CBD isolato, ovvero il terzo tipo di olio di CBD, contiene solo CBD. Di conseguenza, chi ne fa uso beneficerà unicamente degli effetti del CBD, senza l'influsso dell'effetto entourage.

Un esempio scientifico della potenziale efficacia del CBD a spettro completo si può trovare in uno studio del 2015[9] sui ratti da laboratorio.

Lo studio esaminava dapprima gli effetti degli isolati di CBD, che in sostanza non mostrarono un'indicazione chiara della capacità del CBD di bloccare la sensazione di malessere. Così non fu col CBD a spettro completo, che invece “forniva una chiara correlazione” fra quella risposta positiva e le dosi somministrate.

Il principale inconveniente del CBD a spettro completo è che comporta una minima possibilità di dare un risultato positivo ai test antidroga, a causa dell'infimo contenuto di THC. Se questa eventualità è un qualcosa che dovete assolutamente evitare per necessità lavorative, allora sarà meglio limitarsi al CBD ad ampio spettro o agli isolati di CBD.

L'Effetto Entourage Con l'Erba

L'Effetto Entourage Con l'Erba

Se optate per consumare erba per ottenere l'effetto entourage, vi converrà vaporizzare piuttosto che fumare. Le ragioni principali sono: temperatura e combustione.

Quando fumate una canna o un bong, state riscaldando la materia vegetale della cannabis fino a portarla al punto di combustione e, inevitabilmente, buona parte dei preziosi terpeni e cannabinoidi dei vostri fiori si brucerà.

Ma con la vaporizzazione, i fiori vengono riscaldati quel tanto che basta per innescare la loro evaporazione, preservando così il loro pieno profilo di terpeni e cannabinoidi. Certi apparecchi sono dotati addirittura di precisi controlli della temperatura, in modo da permettervi di selezionare specificamente determinati cannabinoidi o terpeni. In sostanza, in questo modo potete godervi al massimo l'esperienza, preservando allo stesso tempo la relazione sinergica che arricchisce gli effetti della vostra amata erba.

Articolo correlato

I Vantaggi Della Vaporizzazione: Perchè È La Scelta Migliore

L'Effetto Entourage È Reale?

L'Effetto Entourage È Reale?

Per il momento, è ancora troppo presto per poter dire se l'effetto entourage, perlomeno in un contesto clinico, sia quantificabile. Sono necessarie ricerche più estese per studiare tutte le possibili interazioni.

L'effetto entourage è promettente, almeno in teoria. È però anche importante tenere conto delle critiche che gli vengono rivolte. Poiché non esistono prove sufficienti per fare affermazioni concrete, alcuni esperti lo vedono come uno stratagemma commerciale per potenziare l'industria della cannabis.

Detto questo, l'effetto entourage lo sperimentate in certa misura ogni volta che fumate la vostra varietà preferita. Quei terpeni e cannabinoidi contenuti nei vostri fiori agiscono insieme per darvi quello sballo specifico che vi ha fatto innamorare di quella particolare varietà Haze, Kush, ecc. Che “effetto entourage” sia la miglior definizione possibile per descrivere tale relazione, è questione aperta al dibattito.

Zamnesia

Scritto da: Zamnesia
Zamnesia ha passato anni a perfezionare le sue linee di prodotti e la sua conoscenza di tutte le cose psichedeliche. Spinta dallo spirito di Zammi, Zamnesia si impegna a offrirti contenuti accurati, pratici e informativi.

Scopri i nostri scrittori
Dichiarazione Di Non Responsabilità:
Non stiamo facendo affermazioni mediche. Questo articolo è stato scritto solamente per scopi informativi ed è basato su ricerche pubblicate da fonti esterne.

Fonti Esterne:
  1. Multicenter, Double-Blind, Randomized, Placebo-Controlled, Parallel-Group Study of the Efficacy, Safety, and Tolerability of THC:CBD Extract and THC Extract in Patients with Intractable Cancer-Related Pain - http://files.iowamedicalmarijuana.org
  2. A Study of the Safety and Effectiveness of Sativex®, for the Relief of Symptoms of Spasticity in Subjects, From Phase B, With Multiple Sclerosis (MS) - https://clinicaltrials.gov
  3. A naturalistic examination of the perceived effects of cannabis on negative affect - https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov
  4. Delta-9-tetrahydrocannabinol and synhexl: effects on human sleep patterns - https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  5. Taming THC: potential cannabis synergy and phytocannabinoid-terpenoid entourage effects - https://bpspubs.onlinelibrary.wiley.com
  6. Taming THC: potential cannabis synergy and phytocannabinoid-terpenoid entourage effects - https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  7. Does Cannabidiol Protect Against Adverse Psychological Effects of THC? - https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  8. A randomised controlled trial of vaporised Δ 9 -tetrahydrocannabinol and cannabidiol alone and in combination in frequent and infrequent cannabis users: acute intoxication effects - https://link.springer.com
  9. Overcoming the Bell-Shaped Dose-Response of Cannabidiol by Using Cannabis Extract Enriched in Cannabidiol - https://www.scirp.org

Read more about
Notizie Ricerca
Cerca nelle categorie
o
Cerca