Blog
La Cannabis Terapeutica È Un Diritto Umano
3 min

La Cannabis Terapeutica È Un Diritto Umano... Ecco Perché

3 min
Editoriali Notizie

La ricerca ha chiaramente dimostrato che la cannabis può essere un rimedio per un'ampia varietà di problemi di salute. Tuttavia, meno di 20 Paesi al mondo la riconoscono come una medicina e concedono ai cittadini malati un accesso legale e sicuro alla cannabis, come invece avviene con gli altri farmaci.

Benvenuto negli editoriali di Zamnesia, dove il nostro redattore Steven condivide la sua opinione su tutto ciò che riguarda l’industria della cannabis, del CBD e degli smartshop. Ricorda che tutte le opinioni espresse in questi articoli sono del suo scrittore e non riflettono necessariamente le opinioni di Zamnesia come azienda. Lascia un commento se vuoi condividere le tue idee con il nostro autore e con il nostro team.

L'ACCESSO ALLA CANNABIS TERAPEUTICA È UN DIRITTO DELL'UOMO?

L'Accesso Alla Cannabis Terapeutica È Un Diritto Dell'Uomo?

Molti Paesi in tutto il mondo considerano la salute un diritto fondamentale. Di fatto, le organizzazioni internazionali, come le Nazioni Unite, ribadiscono che ogni individuo ha diritto a ricevere un'assistenza medica di base. Salvo nel caso in cui le cure sanitarie si presentino sotto forma di cannabis.

Negli ultimi anni, numerosi studi clinici, documenti di ricerca ed altri canali di ricerca medica hanno esaminato l'efficacia della cannabis come medicinale. Un gran numero di ricerche sta oggi dimostrando che la cannabis ha un enorme potenziale.

Articolo correlato

Come Scegliere La Varietà Medicinale Adatta Per Voi

Ciononostante, in molte parti del mondo i pazienti non possono ancora accedere alla cannabis in modo legale e sicuro. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte dei Paesi continua a considerare la cannabis una sostanza illegale e pericolosa. Se il mondo è davvero così interessato alla nostra salute come vorrebbe farci credere, è giunto il momento di eliminare qualsiasi divieto sulla cannabis.

Il sistema endocannabinoide è un sistema di regolazione che contribuisce a far funzionare correttamente tutte le funzioni del nostro corpo. La ricerca ha dimostrato che l'interazione tra questo sistema e i cannabinoidi di origine vegetale, come il THC e il CBD, può aiutare a trattare un'ampia varietà di problemi di salute.

Il sistema endocannabinoide è molto complesso e i meccanismi con cui alcuni cannabinoidi interagiscono con esso non sono ancora del tutto chiari. Ad esempio, sappiamo che il THC agisce legandosi ai recettori CB1 distribuiti in cervello e corpo. Il CBD, invece, è un cannabinoide molto più complesso e i ricercatori si stanno ponendo ancora molte domande sulla sua azione all'interno del nostro organismo.

CANNABIS: UNA MEDICINA DA TEMPO DIMENTICATA

Cannabis: Una Medicina Da Tempo Dimenticata

Eppure, conosciamo i benefici della cannabis da ormai migliaia di anni. Il Pen T’sao (scritto nel 1578), considerato da molti la prima vera farmacopea, e molti altri testi di medicina dell'antica Cina descrivono la cannabis come una pianta efficace. E non ci stiamo certo riferendo ad un'antica sostanza usata solo migliaia di anni fa. Sebbene l'uso fatto nel corso della storia non sia sufficiente per farla rientrare tra i trattamenti accettati dagli standard odierni, si tratta di una pianta che hapersistito in tutto il mondo come medicina ampiamente usata nel corso della storia fino a 100 anni fa, o giù di lì. Dopo essere stata impiegata per così tanto tempo dalle civiltà di tutto il mondo, la cannabis venne improvvisamente considerata un pericolo.

Articolo correlato

Utilizzo Della Cannabis Terapeutica Nell'Antichità

Si potrebbe supporre che alla base ci fosse una ragione scientifica per la sua messa al bando, e che sicuramente tale decisione fu presa nell'interesse della tutela della nostra salute. Tuttavia, fu l'esatto contrario. L'American Medical Association si oppose fortemente a questo divieto. I veri motivi dietro la sua messa al bando erano l'industria e l'avidità, che diffusero campagne di paura volte a demonizzare la cannabis. Oggi, la cannabis è ancora fortemente stigmatizzata, ma questi pregiudizi non colpiscono solo i consumatori ricreativi, ma anche i pazienti gravemente malati che si affidano a questa pianta per ritrovare un po' di sollievo.

SALUTE: UN DIRITTO DELL'ESSERE UMANO

Salute: Un Diritto Dell'Essere Umano

Molte nazioni in tutto il mondo considerano la salute un diritto fondamentale, un concetto ulteriormente ribadito anche dalle principali organizzazioni internazionali, come le Nazioni Unite e l'Organizzazione Mondiale della Sanità. L'OMS, ad esempio, definisce la salute un diritto fondamentale dell'uomo[1] nella sua costituzione vecchia di quasi 70 anni.

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani[2] dell'ONU afferma inoltre che ogni essere umano ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia (comprese le cure mediche).

Quindi, sia i governi che le organizzazioni internazionali e nazionali concordano sul fatto che la salute è un diritto dell'essere umano. Purtroppo, questo concetto raramente si riflette nelle nostre attuali politiche sulla cannabis terapeutica.

Finora, dei 195 Paesi del mondo, meno di 20 hanno legalizzato completamente o regolamentato un programma[3] per l'uso terapeutico della cannabis, attraverso cui i pazienti possano accedere ed utilizzare questa pianta come un qualsiasi altro farmaco.

Negli Stati Uniti, ad esempio, i pazienti stanno ancora violando le leggi federali consumando, acquistando o coltivando cannabis a scopi terapeutici, indipendentemente dalle leggi vigenti nel loro Stato. In Olanda, un Paese spesso elogiato per la sua posizione nei confronti della cannabis, il governo sta prendendo in considerazione di ridimensionare i suoi programmi sulla cannabis terapeutica[4], autorizzando le prescrizioni di marijuana solo come palliativo per alleviare i dolori.

Certo, c'è ancora molto da imparare su questa pianta e ci sono sicuramente alcune precauzioni da prendere prima di prescriverla e somministrarla, soprattutto quando si tratta di bambini o di somministrare prodotti a base di cannabis ricchi di THC. Tuttavia, se i governi e le organizzazioni sanitarie internazionali fossero veramente interessati a difendere le loro dichiarazioni sull'importanza della nostra salute, allora dovrebbero iniziare a cambiare la loro posizione sulla cannabis terapeutica.

CANNABIS: UNA MEDICINA LEGITTIMA ED EFFICACE

Cannabis: Una Medicina Legittima Ed Efficace

Per alcune persone la cannabis è una droga ricreativa, ma per molte altre è un rimedio efficace. Per i pazienti, infatti, la cannabis è spesso l'unico trattamento che offre sollievo senza gli sgradevoli effetti collaterali dei trattamenti standard di cui dispongono normalmente.

Se vogliamo davvero considerare la nostra salute come un diritto umano, è giunto il momento di cambiare la nostra posizione nei confronti della cannabis e di iniziare a trattarla come la medicina che tutti noi ben conosciamo (da diversi millenni ormai).

Steven Voser

Scritto da: Steven Voser
Steven Voser è un giornalista internazionale freelance, nominato per un Emmy Award, e dotato di grande esperienza. Grazie alla sua passione per tutto ciò che riguarda la cannabis, dedica attualmente molto del suo tempo ad esplorare il mondo dell'erba.

Scopri i nostri scrittori
Dichiarazione Di Non Responsabilità:
Non stiamo facendo affermazioni mediche. Questo articolo è stato scritto solamente per scopi informativi ed è basato su ricerche pubblicate da fonti esterne.

Fonti Esterne:
  1. Health is a fundamental human right - https://www.who.int
  2. Universal Declaration of Human Rights | United Nations - https://www.un.org
  3. Cannabis Legalization World Map - Cannabis Business Times - https://www.cannabisbusinesstimes.com
  4. Medicinal cannabis users left high and dry by Dutch tolerance policy - DutchNews.nl - https://www.dutchnews.nl

Read more about
Editoriali Notizie
Cerca nelle categorie
o
Cerca