Kratom

Ci sono 17 prodotti.

Le foglie dell'albero Kratom (Mitragyna speciosa) sono state usate per migliaia di anni per i loro effetti intossicanti. Le fonti principali di Kratom sono la Thailandia e Bali; ed entrambe hanno varietà, sia nella forma grezza che nella forma estratta.

Kratom - Clicca qui per ulteriori informazioni
Leggi di più...
Leggi meno
-
  • -
  • Più popolare
  • Più recensioni
  • Prezzo: dal più basso
  • Prezzo: dal più caro
  • Nome del prodotto: dalla A alla Z
  • Nome del prodotto: dalla Z alla A

Jetpackkratom BRONZE Estratto Liquido

L'estratto liquido di Jetpackkratom rende la somministrazione della pianta di kratom più facile che mai. Inoltre, è estremamente discreto e può essere consumato praticamente ovunque.

(9)

35,00 29,75
Disponibile

Jetpackkratom SILVER Estratto Liquido

L’estratto liquido Jetpackkratom SILVER ti aiuta a migliorare il tuo corpo e la tua mente! 1ml di Estratto di Jetpackkratom contiene 60mg di mitraginina, che equivale a circa 5g di foglia di kratom in polvere. Il flacone contagocce contiene 10/30ml di estratto liquido di kratom.

(39)

45,00 38,25
Disponibile

Estratto Jetpackkratom SILVER - Capsule

Le capsule di estratto Jetpackkratom SILVER contengono 60mg di mitraginina, pari a 5g di foglie di Kratom in polvere, e sono perfette per dosare con precisione anche le dosi più elevate di Kratom. Le capsule sono costituite da HPMC di origine vegetale, 100% naturale e adatto per diete vegetariane, halal e kosher.

(14)

12,50 10,62
Disponibile

Jetpackkratom GOLD Estratto Liquido

L’Estratto Liquido Kratom Gold di Jetpackkratom, rende più facile e conveniente consumare una dose precisa di quest’erba mistica. Non dovrai tirare ad indovinare come succede con le foglie secche, perché ogni lotto viene completamente testato per garantire che ogni millilitro contenga esattamente 80mg di mitraginina. È paragonabile ad 8g di foglie in polvere.

(47)

69,00 58,65
Disponibile

Estratto JetpackKratom GOLD - Capsule

Le pillole JetpackKratom Gold Extract contengono 80mg di pura mitraginina, equivalenti a circa 8g di foglie di kratom polverizzate. Questo estratto di kratom altamente concentrato è molto potente e pensato per consumatori esperti che vogliono poter dosare alte quantità di kratom. Le pillole sono fatte in HPMC vegetale e naturale al 100%.

(16)

15,00 12,75
Disponibile

Polvere Di Kratom Maeng Da JetpackKratom

La Polvere di Maeng Da è per quegli utilizzatori di kratom in cerca di un'esperienza più potente. Questa varietà è nota per essere la più poderosa ed offre una stimolazione intensa.

(29)

17,50 14,87
Disponibile

Polvere Di Kratom Verde JetpackKratom

Il kratom a basse dosi è uno stimolante ed è quindi è un ottimo alleato per darti la carica giusta per lavorare. I lievi effetti della polvere di kratom verde attivano i neuroni e fanno fluire l'ispirazione.

(10)

17,50 14,87
Disponibile

Polvere Di Kratom Rosso JetpackKratom

Differenti varietà di kratom sono note per produrre effetti diversi. La polvere di kratom rosso induce rapidamente uno stato rilassato e meditativo, ideale per rilasciare la tensione alla fine della giornata.

(19)

17,50 14,87
Disponibile

Polvere Di Kratom Bianco JetpackKratom

Il kratom bianco è una varietà stimolante, perfetta da mischiare nella vostra bevanda mattutina preferita. La polvere di kratom bianco può dare una bella spinta alla vostra giornata e salvarvi da quel devastante abbiocco del dopopranzo.

(13)

17,50 14,87
Disponibile

Estratto di Kratom Bali 15x

Un potente estratto da 15x di foglie di Kratom balinese di ottima qualità. Il nome latino del Kratom, Mitragyna speciosa, battezza la sostanza psicoattiva delle foglie, la mitraginina, che à la responsabile dell’effetto rilassante, ma allo stesso tempo energizzante, del Kratom.

(24)

12,95 11,01
Disponibile

Estratto Di Kratom Thai 15x (1 grammo)

Un estratto 15x molto forte di Kratom tailandese di alta qualità, che ha già un effetto attivo in dosi di 0,2 grammi. Il Thai Kratom è ben noto per la sua azione rilassante, ma anche molto energica.

(37)

7,95 6,76
Disponibile

Kratom Thai

Il Kratom (Mitragyna Speciosa) ha una storia molto lunga, in merito al suo utilizzo, ed è noto per i suoi effetti paradossali: molto rilassanti, ma si tratta anche di un'esperienza piena di energia. Oggi le foglie dell'albero di Kratom vengono masticate, come un sostituto degli oppiacei e come stimolante, in Tailandia e nel Sud Est Asiatico.

(51)

9,75 8,29
Disponibile

Kratom Bali

Il Kratom (Mitragyna speciosa) proviene da un albero dalle foglie note per la loro azione rilassante ma anche molto energizzante. È consolidato il fatto che nella storia umana sia stata largamente usata. Oggi si trova in Thailandia e Sud-Est asiatico come sostituto degli oppiacei e degli stimolanti. Il K. Bali provoca effetti più leggeri rispetto ad altre varietà di Kratom.

(61)

8,00 6,80
Disponibile

Kratom Malaysia

Il Kratom (Mitragyna speciosa) è una pianta della famiglia delle Rubiaceae. Nativo delle regioni tropicali del Sud-est asiatico, il Kratom induce leggeri stati d'ebrezza, ma può avere molte altre utilità. Si impiega anche per stimolare sensazioni di benessere e di felicità, per prolungare prestazioni sessuali e per sentirsi più energici.

(48)

6,95 5,91
Disponibile

Kratom Maeng Da

Kratom Maeng Da potrebbe essere tradotto con "Pimped Kratom" (Kratom truccato). E`il Kratom più potente in circolazione ed è già attivo ad 1 grammo. I principali effetti del Kratom Maeng Da sono un sentimento euforico ed un'energia senza fine. Disponibile in confezioni da 10g di prodotto...

(103)

12,50 10,62
Disponibile

Estratto Jetpackkratom BRONZE - Capsule

Sono finiti i giorni passati a mescolare polvere di kratom in bicchieri d'acqua o a preparare tè. Basta avere una di queste capsule per ricevere 40mg di mitraginina.

(10)

7,50 6,37
Non disponibile
 

Kratom 10x Resina Thai

Questo delicato Kratom 10x di resina Thai non contiene sostanze chimiche, ma durante il processo di estrazione viene impiegata solamente acqua bollente. Il Kratom è un parente dell'albero del caffè, ma i principi attivi sono completamente differenti. Oltre 25 alcaloidi sono stati isolati dal Kratom, fra i più importanti ricordiamo la mitraginina, alcaloide indolico.

(23)

16,95 14,41
Non disponibile
 

Hai visualizzato 17 di 17 prodotti


Informazioni Sul Kratom

Informazioni Sul Kratom

State pensando di acquistare il kratom, ma non sapete da dove iniziare? Perfetto, consultate le informazioni sulla nostra pagina dedicata al kratom e saprete come procedere. Qui troverete le risposte a tutte le domande relative ai prodotti a base di kratom. In questo modo, potrete comprare in modo più consapevole e provare da soli il kratom con molta più tranquillità.

Cos’è il Kratom?

Cos’è il Kratom?

La Mitragyna speciosa, anche conosciuta come kratom, è un albero originario del sud-est asiatico. Le foglie dell’albero del kratom contengono alcaloidi psicoattivi e vengono raccolte ed utilizzate con questo fine. Il kratom produce effetti simili a quelli degli oppioidi e degli stimolanti, a seconda della dose. A basse dosi, causa effetti stimolanti e vivaci, mentre in quantità maggiori induce uno stato più rilassato ed onirico.

La maggior parte dei consumatori usa gli estratti di kratom sotto forma di compresse o in polvere. Tuttavia, è anche possibile fumare le foglie o persino ingerirle come una normale infusione. Il kratom sta rapidamente diventando una scelta molto popolare tra coloro che cercano uno sballo tutto naturale, ad azione rapida e di lunga durata.

Chimica del Kratom

Chimica del Kratom

Sono stati scritti solo una manciata di articoli scientifici in Inglese sul kratom, i suoi effetti, e la secolare storia del suo consumo.

Sappiamo che sono stati isolati dal kratom più di 25 differenti alcaloidi e fino a poco tempo fa la mitraginina è stata considerata il principale responsabile per gli effetti del kratom, essendo l'alcaloide più abbondante nella pianta.

Quindi nel 2002, la 7-hydroxymitragynine è stata individuata da un gruppo di ricercatori giapponesi come la sostanza più significativa. Nonostante la sua presenza in quantità molto più ridotte, questo alcaloide minore del kratom, si è rivelato essere ancora più potente.

Ricerche successive hanno determinato che entrambi gli alcaloidi agiscono come antagonisti dei recettori degli oppiacei, attivando i recettori sovraspinali mu- e delta- degli oppiacei. 

La sua disponibilità aumentà fino a diffondere anche gli effetti ricreativi, facendo partire l'inevitabile giostra dei media e la demonizzazione conseguente. Ma la crescente attenzione del pubblico, anche se poco informato, ha portato il kratom all'attenzione di ricercatori seri.

I Principali Componenti Chimici del Kratom

Sebbene la struttura alcaloide del Kratom assomigli lontanamente a quella di altre droghe psichedeliche come la psilocibina o l'LSD, nessuna attività psichedelica è stata fino ad ora riportata dopo l'ingestione di Kratom. Piuttosto, il Kratom provoca effetti che vanno dall'aumento della capacità di concentrazione e delle attività ad una profonda sonnolenza e ad un prolungato sonno. Ma esiste un ampio numero di effetti collaterali piacevoli praticamente sconosciuti... e molte sostanze chimiche coinvolte oltre a quelle attive studiate fino ad ora, come la 7-Hydromitraginina e la Mitraginina.

Nel corso delle nostre richerche sugli ingredienti del Kratom, abbiamo incontrato tutte queste sostanze chimiche: Ajmalicin, 7-acetoxymitragynine, Corynantheidin, Corynoxein, Corinoxin, 3-Dehydromitragynin, (-)-Epicatechin, 3-Isocorynantheidin, 3-Isopaynanthein, Isomitraphyllin, Isospeciofolin, Isospecionoxein, Mitraciliatin, Mitrafolin, Mitragynalin , Mitraphylin, Mitraspecin, Mitraversin, Paynanthein, Speciociliatin, Speciofolin, Speciogynin, Specionoxein, Speciogynin, Speciofolin e Stipulatin.

Il Kratom contiene, in definitiva, oltre 40 sostanze chimiche, ma, nel nostro excursus, ci limiteremo solo alle sostanze attive più interessanti, come 7-Hydroxymitraginina, Mitraginina e (-)-Epicatechina.

7-idrossimitraginina

I Principali Componenti Chimici del Kratom: 7-idrossimitraginina

Il 7-Hydroxymitraginina è l'ingrediente principale delle tinture di Kratom ed ha attività agonista oppioide. Una recente ricerca sui principi attivi del Kratom ha messo in evidenza come la sua efficacia sia 30 volte superiore a quella della Mitraginina, il che rende il 7-Hydroxymitraginina il miglior candidato fra le principali sostanze attive del Kratom e sposta la Mitraginina, in precedenza conosciuta come il principale principio chimico, al secondo posto.

Il 7-Hydroxymitraginina interagisce con i tre maggiori siti oppiodi, Kappa, Delta e Mu, ma si lega preferibilmente con il recettore Mu.

Mitraginina

I Principali Componenti Chimici del Kratom: Mitraginina

La Mitraginina è un alcaloide indolico e fu isolato per la prima volta nel 1907 da D. Hooper, pertanto oggi ha raggiunto i 100 anni da quando fu scoperto per scopi ricreativi. Si pensava si trattasse del principio attivo primario del Kratom, ma ci si è dovuti ricredere facendolo semplicemente rientrare fra la grande abbondanza di alcaloidi attivi (in una percentuale, circa, dello 0.1-0.3%, a seconda della pianta).

Una piccola dose di Mitraginina agisce come uno stimolante, dal momento che si aggancia ai recettori Delta, ma ad alti dosaggi può agganciare anche i recettori Mu. Sebbene la struttura della Mitraginina sia simile a quella dell'LSD o della Psilocibina, non è in grado di indurre alcun effetto psichedelico. Dal momento che si riteneva che la Mitraginina fosse la componente attiva principale del Kratom, le ricerche effettuate su di essa furono più approfondite di quelle realizzate sul 7-Hydroxymitragynine.

(-)-Epicatechina

I Principali Componenti Chimici del Kratom: (-)-Epicatechina

(-)-Epicatechina è un vero tutto fare, con i suoi versatili benefici. Aiuta a proteggere dai radicali liberi.

Storia del Kratom

Storia del Kratom

L'uso del Kratom risale a millenni fa ma, ovviamente, i consumatori, i fornitori ed i ricercatori devono riuscire ad ottenere prove certe e dettagliate per poter sostenere il vero potenziale di questa sostanza naturale: si tratta di un passaggio molto importante, prima che alcune teste calde ed ignoranti si impuntino sull'idea che il Kratom debba essere bandito, criminalizzando. Da quello che si è potuto apprendere dalla lettura di diversi testi in merito, non esistono effetti negativi rilevanti derivanti dall'uso di questa sostanza, ma è vero che bisogna prima aspettare gli esiti di studi più approfonditi, in corso negli ultimi anni, prima di deliberare in proposito.

Portroppo il Kratom non ha una storia così romanzata come quella di Cannabis, oppio o LSD, ma è legata semplicemente all'uso tradizionale come stimolante per contadini e operai, i quali sfruttano le sue proprietà per sopportare il duro lavoro quotidiano ed una esistenza che molte volte risulta essere misera. Viaggiamo assieme indietro nel tempo e diamo un'occhiata alla storia di Kratom...

Antiche Descrizioni del Kratom Come Sostituto degli Oppiacei

Nella letteratura occidentale, il Kratom venne (presumibilmente) descritto per la prima volta nel 19° secolo, da Pieter Willem Korthals, un botanico olandese che lavorò per la Compagnia delle Indie Orientali. Un'altra fonte di citazione è Low, che descrive la pianta nel 1836. Fu lui a raccontare come i contadini ed i lavoratori rurali, in Malesia, assumevano questa sostanza come sostituto dell'oppio, quando questo non era disponibile o difficilmente accessibile.

L'oppio venne diffuso a macchia d'olio in tutta la regione del sud-est asiatico, aiutando le casse dello Stato grazie alle tasse che venivano applicate su questa sostanza (ingressi che diminuirono in Thailandia a partire dal secolo successivo a causa della diffusione del Kratom). E. M. Holmes descrisse approfonditamente l'uso del Kratom quale sostituto dell'oppio, quando lo identificò come Mitragyna speciosa, nel 1895. Due anni dopo, H. Ridley documentò l'uso del Kratom per trattare le persone dipendenti dall'oppio e dai suoi estratti.

Quali Sono le Diverse Forme di Kratom?

Quali Sono le Diverse Forme di Kratom?

Il kratom è disponibile in molte forme diverse, dalle foglie agli estratti e alle capsule. Tuttavia, tutte condividono un tratto comune: derivano da un certo tipo di kratom.

La Mitragyna speciosa si suddivide in diverse tipologie a seconda delle nervature, le cui differenze saltano agli occhi osservando da vicino le sue foglie. Anche se all’inizio potrebbe non risultare così scontato, la foglia ha un picciolo ed una nervatura con colori ben marcati. Questi toni cromatici sono divisi in tre categorie (rosso, bianco e verde) e determinano il tipo di effetto che sperimenterà il consumatore dopo l’assunzione.

Le differenze cromatiche si verificano a causa di una variazione nella composizione chimica. Questo può essere dovuto a come è stata coltivata la pianta e alle condizioni in cui è cresciuta. Diamo uno sguardo più da vicino ai diversi tipi di kratom.

Kratom a Nervatura Rossa

Come suggerisce il nome, il kratom a nervatura rossa sviluppa nervature e piccioli di color rossastro. Questo tipo di kratom è probabilmente la forma più popolare, grazie in parte alla sua ampia disponibilità. A basse dosi, il kratom a nervatura rossa provoca un leggero sballo che offre una perfetta introduzione agli effetti di questa pianta. Per questo motivo, i principianti sono soliti optare per questa varietà. A dosi maggiori, il kratom a nervatura rossa può indurre effetti lenitivi e rilassanti, insieme ad una stimolazione moderata (sebbene non sia così intensa come altre forme).

Kratom a Nervatura Bianca

Il kratom a nervatura bianca si distingue per le sue foglie con nervature e piccioli bianco pallido ed è noto per i suoi effetti stimolanti ed euforici. Offrendo l’esperienza opposta al kratom a nervatura rossa, questo tipo di kratom è spesso visto come il successivo passo per coloro che desiderano sperimentare la gamma completa di effetti offerti da questa pianta. Sebbene il kratom a nervatura bianca non sia visto come una sostanza idonea per socializzare o per “far festa”, i suoi effetti stimolanti sono perfetti per coloro che cercano di risollevare il proprio umore.

Kratom a Nervatura Verde

Questo tipo di kratom viene solitamente descritto come una “via di mezzo” tra quello rosso e quello bianco. Prendendo gli elementi chiave da entrambi, il kratom a nervatura verde offre effetti sia stimolanti che lenitivi. Nonostante sia leggermente più chiaro, il verde delle nervature è molto simile a quello delle foglie, il che può rendere più difficile la sua identificazione. Il kratom a nervatura verde è un’opzione molto popolare tra coloro che cercano di raggiungere uno sballo rilassante accompagnato da sensazioni più stimolanti.

Quali Sono le Diverse Varietà di Kratom?

Quali Sono le Diverse Varietà di Kratom?

Proprio come la cannabis, la Mitragyna speciosa è disponibile in diverse varietà, ognuna delle quali offre qualcosa di diverso al consumatore. Le varietà di kratom si basano inizialmente sul loro tipo di nervatura, dando al consumatore un’indicazione generale del tipo di effetto a cui andrà incontro. Tuttavia, a seconda delle varietà, gli effetti possono cambiare. Questo può essere spesso attribuito al modo in cui vengono coltivate le piante.

Kratom Maeng Da

Conosciuto come una delle varietà più potenti oggi disponibili sul mercato, il Maeng Da o “kratom truccato” è potente e basta una piccola dose per sperimentare i suoi forti effetti stimolanti. Secondo quanto riferito, dosi di circa 1g sono sufficienti per notare gli effetti di questa varietà. Il Maeng Da è disponibile in nervature di diversi colori, con effetti leggermente diversi. Tuttavia, il risultato è sempre potente ed efficace.

Kratom Indo

Il kratom Indo è originario dell’Indonesia e varia di colore. Può essere acquistato nelle varianti verdi, rosse e bianche e i suoi effetti sono generalmente considerati modesti. Questo non vuol dire che sia una varietà leggera, ma non provoca gli effetti stimolanti per cui sono note altre varietà. Tuttavia, il kratom Indo è l’ideale per chi cerca un po' di relax.

Kratom Bali

Altra variante originaria dell’Indonesia, il kratom Bali è una varietà a nervatura rossa che, a basse dosi, offre sensazioni stimolanti, mentre in quantità maggiori provoca effetti rilassanti. Questa varietà è comunemente indicata dai consumatori come la versione più simile agli oppioidi ed è disponibile per l’acquisto sotto forma di foglie disidratate e polverizzate. Molti preferiscono la versione in polvere perché può essere inserita in capsule fatte in casa che ne facilitano il dosaggio.

Kratom Green Malay

Originario della Malesia, il kratom Green Malay è una popolare varietà a nervatura verde nota per provocare, a basse dosi, sensazioni stimolanti ed inebrianti. In quantità maggiori, il kratom Green Malay offre un effetto più rilassante e di lunga durata. I nuovi arrivati dovrebbero inizialmente assumere dosi più piccole per valutare gli effetti e passare a quantità maggiori secondo le proprie preferenze.

Kratom Thai

Come suggerisce il nome, il kratom Thai è una varietà originaria della Thailandia. Questa varietà molto ricercata è anche una delle più accessibili ed è disponibile nelle versioni a nervature verdi, bianche e rosse. Gli effetti saranno dettati dal colore delle nervature ma, poiché sono disponibili tutte e tre, sarà il consumatore a decidere quale si adatterà meglio alle proprie esigenze. Il kratom Thai induce sensazioni inizialmente stimolanti, anche a piccole dosi, evolvendo fino a produrre effetti rilassanti e piacevoli che possono durare diverse ore.

Kratom Borneo

Comunemente venduto sotto forma di foglie essiccate e in polvere, il kratom Borneo può essere acquistato nelle varietà a nervature verdi, rosse e bianche. Tuttavia, si trova soprattutto nella forma a nervature rosse o “Borneo rosso”. Questa varietà ha un sapore più forte ed offre un’elevata potenza con effetti rilassanti e duraturi. Questo tipo di kratom inizia a fare effetto dopo 30 minuti e dura circa 6 ore.

Kratom Malaysia

Originario del sud-est asiatico, il kratom Malaysia è una varietà forte e di lunga durata particolarmente ricca di mitraginina e 7-idrossimitraginina. Questi alcaloidi del kratom offrono un livello di potenza più elevato rispetto ad altre varietà. Il kratom Malaysia offre sensazioni di stimolazione, felicità ed energia, rendendolo perfetto per chi vuole sentirsi un po' più sereno ed ottimista.

Qual È la Varietà di Kratom Più Forte?

Qual È la Varietà di Kratom Più Forte?

La varietà Maeng Da è spesso considerata la versione di kratom più forte in circolazione. Tuttavia, con tutte le varietà disponibili sul mercato, gli effetti possono essere in qualche modo adattati alle aspettative e alle preferenze del consumatore. Sebbene in commercio si trovino numerose varietà di kratom di diverse potenze, sarebbe meglio non optare per la varietà più forte al primo approccio con questa sostanza. Con il kratom, la migliore strada da percorrere è iniziare poco a poco. Sperimentate questa pianta in piccole dosi e da lì valutate come procedere.

Qual È la Migliore Varietà di Kratom per Rilassarsi?

Il kratom Bali è spesso visto come la varietà più rilassante di Mitragyna speciosa oggi disponibile. Con i suoi effetti più simili agli oppioidi, è diventato molto popolare tra i consumatori che cercano effetti lenitivi. Spesso disponibile come varietà a nervatura rossa, il kratom Bali tende maggiormente verso il lato rilassante. Sebbene offra ancora una certa stimolazione, da questo punto di vista non è così potente come altre varietà.

L’Azione del Kratom su Corpo e Cervello

L’Azione del Kratom su Corpo e Cervello

Abbiamo già parlato degli effetti che può produrre il kratom. Questi si manifestano prevalentemente come sensazioni stimolanti o rilassanti. Tuttavia, come possiamo interpretare questi effetti e come agiscono esattamente sul nostro corpo e cervello?

Sebbene la ricerca sugli effetti del kratom sia ancora agli inizi, abbiamo molte informazioni sulla sua azione. Nonostante ciò, il kratom non dovrebbe essere visto come una soluzione rapida o una pozione magica contro problemi di salute gravi, sia fisici che mentali. Circolano numerose testimonianze di consumatori che fanno uso del kratom per affrontare malattie e dolore cronico, ma va notato che non esistono ancora studi formali che ne confermino l’efficacia.

Quali Sono gli Effetti del Kratom?

Gli effetti del kratom possono variare e questo viene spesso attribuito al tipo di varietà che si sta usando, alla dose e alla sua colorazione. A piccole dosi, comprese tra 1 e 5g, molti consumatori notano una maggiore concentrazione, un migliore stato d’animo, euforia e il desiderio di socializzare. Gli effetti stimolanti sono senza dubbio responsabili di questa reazione.

Quando se ne assumono quantità maggiori, da 5 a 15g, gli effetti saranno diversi. Ad alte dosi, produrrà ancora quella stimolazione iniziale, ma poi si stabilizzerà in un effetto più rilassante. Molti consumatori notano che a dosi più elevate tende a conciliare il sonno, consentendo nel complesso di sentirsi molto più rilassati.

Per quanto riguarda ciò che volete ottenere dalla vostra esperienza con il kratom, dipenderà principalmente dalle vostre preferenze personali. Coloro che cercano un effetto stimolante opteranno per una varietà ed una dose capace di indurre questo tipo di sensazione. Un consumatore di kratom che desidera invece un maggiore relax dovrà optare per una dose maggiore ed una varietà come il kratom Bali, con proprietà più lenitive.

Quali Sono i Possibili Effetti Collaterali del Kratom?

Come tutte le sostanze psicoattive, ci sono alcuni possibili effetti collaterali da tenere d’occhio quando si usa il kratom. Sebbene alcuni effetti collaterali potrebbero non manifestarsi a basse dosi, è importante valutare l’insorgenza di alterazioni quando viene assunto in quantità maggiori. Se notate effetti collaterali, regolate la dose di conseguenza.

Tra gli effetti collaterali lievi, possono insorgere:

  • Bocca asciutta
  • Sonnolenza
  • Mal di stomaco

A dosi più elevate (superiori a 15g), il kratom può provocare effetti collaterali più gravi. Sebbene questi effetti secondari siano alquanto rari, fate molta attenzione a come vi sentite prima, durante e dopo l’assunzione del kratom, soprattutto se non l’avete mai preso.

Come Consumare il Kratom

Come Consumare il Kratom

Esistono diversi modi per consumare il kratom. I primi usi prevedevano la preparazione di un tè con le foglie di kratom, che potevano essere anche masticate o mangiate. Sebbene questi siano i metodi più tradizionali, sono ancora i più usati dai consumatori moderni.

Tuttavia, ai giorni nostri, i progressi tecnologici hanno reso l’estratto di kratom disponibile in varie forme. L’estratto di kratom in polvere è diventato estremamente popolare e molti lo usano per creare compresse e capsule per un dosaggio più facile e omogeneo. La polvere di kratom può essere usata anche per fare tinture. Utilizzando un pratico flacone contagocce, i consumatori possono ingerire il kratom in modo discreto ogniqualvolta lo desiderino. Alcuni prodotti venduti in commercio, come le gomme da masticare, sono altrettanto popolari tra coloro che cercano metodi d'assunzione alternativi.

Come Dosare il Kratom

Come Dosare il Kratom

Abbiamo già parlato degli effetti indotti dal kratom a basse e ad alte dosi, ma come possiamo dosare in modo efficace i prodotti a base di kratom? Come accennato, se acquistato in polvere, è possibile utilizzare una bilancia di precisione e pesare le singole quantità. Chi non ha esperienza con il kratom dovrebbe iniziare lentamente e a piccole dosi, assumendo quantità comprese tra 1 e 5g come dosi iniziali. La polvere di kratom può essere inserita in una capsula o messa in bocca ed ingerita con acqua.

Quest'ultima tecnica, conosciuta anche come “toss and wash”, è un metodo d’assunzione che prevede la somministrazione di una quantità predeterminata di kratom in polvere direttamente in bocca, da mandare giù con un bicchiere d’acqua. Questo metodo è estremamente popolare in quanto molto diretto.

Tuttavia, se non vi piace il sapore del kratom, considerate l’uso di una bevanda aromatizzata al posto dell’acqua per mascherarne il sapore. Questo metodo d’assunzione agisce molto rapidamente, poiché non è necessario aspettare che le capsule si sciolgano nello stomaco e il kratom viene assorbito velocemente nel corpo.

Potete consumarlo anche a dosi maggiori. Qualsiasi quantità superiore a 5g è considerata una dose elevata di kratom ed ha più probabilità di provocare le sensazioni rilassanti spesso associate al kratom.

L’Uso del Kratom e i Suoi Effetti Collaterali

L’Uso del Kratom e i Suoi Effetti Collaterali

Se deciderete di assumere il kratom con frequenza o di usarlo solo una o due volte per sperimentare i suoi effetti dipenderà esclusivamente da voi. Tuttavia, molti consumatori si chiedono quali possano essere gli effetti collaterali del kratom. Che si tratti di un punto di vista professionale o personale, ci sono cose che bisognerebbe prendere in considerazione prima di provare il kratom da soli.

Per Quanto Tempo Rimane nell’Organismo il Kratom?

Sebbene gli effetti possano durare dalle 4 alle 6 ore, il kratom può rimanere nel nostro organismo fino a circa 9 giorni da quando gli effetti sono svaniti. Tuttavia, questi tempi sono influenzati dalla quantità consumata e da altri fattori.

Un Test Antidroga Può Rilevare la Presenza di Kratom?

Questo punto potrebbe interessare soprattutto coloro che sono soliti fare test antidroga routinari, sia per lavoro che come parte di un controllo medico. Sebbene il kratom sia molto popolare, la maggior parte dei test antidroga più usati non rileva direttamente la presenza del kratom nel corpo umano. Tuttavia, metodi più avanzati, come gli esami del sangue, possono rilevare tracce dell’alcaloide mitraginina presente nel campione prelevato.

Il Kratom Può Essere Usato con Altri Farmaci?

Il kratom può interagire con altre sostanze. Questo è il motivo per cui non dovrebbe mai essere mescolato con l’alcol, poiché può causare effetti negativi. Alcuni farmaci potrebbero essere influenzati dal kratom, rallentando i tempi richiesti dal corpo per smaltire i loro principi attivi. Tra questi farmaci troviamo il propranololo, la codeina e il diazepam. I consumatori che assumono farmaci su prescrizione medica dovrebbero consultare il proprio medico prima di provare il kratom.